Ribaltone emiliano: la sinistra perde un feudo storico

Piacenza First lady, primo sindaco donna: Patrizia Barbieri, 57 anni, porta Piacenza verso un cambiamento targato centro destra. Con il 58,4% dei voti, l'avvocato già consigliere e sindaco di Castelvetro, il paese dove è nata, ha sconfitto il docente di Economia della Cattolica Paolo Rizzi, fermo al 41,6% con un centro sinistra che ha pagato la divisione fra renziani e bersaniani nonostante Rizzi si dichiarasse un indipendente. Finisce così l'era di Paolo Dosi che dopo l'ischemia del 2015 aveva da tempo deciso di non ricandidarsi. Barbieri arriva in piazza Cavalli in jeans e blusa floreale e subito promette di mettere i piacentini al centro. Anche quelli che non l'hanno votata: l'astensione è andata infatti oltre il 47%. E negli ultimi giorni la città è sembrata appassionarsi più alla vicenda del cinghiale Agostino che ha tenuto in scacco il parco cittadino. A Barbieri il compito di rilanciare una città «da troppo tempo dimenticata». La dedica va alla famiglia e al compagno di tante battaglie politiche Carlo Mazzoni, da poco scomparso.LuGa