Le riforme di Renzi sono prove tecniche di regime

Dalla legge elettorale alla Costituzione, il premier mostra il suo autoritarismo e decide sulla base dei propri impulsi e interessi personali

Col piglio dell'aspirante autocrate che, in fondo, è e si compiace di essere Matteo Renzi ha cambiato la Costituzione del 1948 con voto ordinario del Parlamento, invece che con le procedure della democrazia rappresentativa e le garanzie previste dalla stessa Costituzione vigente che, almeno, una certa tutela dava contro le tentazione autoritarie...

Dopo l'approvazione di una legge elettorale che dovrebbe consentirgli di vincere a mani basse quando si terranno le elezioni politiche, la riforma istituzionale disegna un ordinamento giuridico che dovrebbe consentire a chi già governa di governare tanto a lungo quanto vorrà, tenuto anche conto della contemporanea assenza di una opposizione strutturata in grado di rappresentare una alternativa non solo di governo, ma elettoralmente appetibile a quella maggioranza di italiani che plaudono al «decisionismo» renziano non accorgendosi che si tratta delle prove generali dell'instaurazione di un regime illiberale.

Confesso che mi spiace dover dire di aver avuto ragione, denunciando il palese autoritarismo di Renzi, che palesemente non sopporta opposizione e vuole decidere sulla base dei propri impulsi e interessi personali...

Il ragazzotto fiorentino è troppo compiaciuto di sé, e del proprio ruolo, da pensare di rinunciare al potere di cui dispone. Peccato non abbia ancora capito che, in democrazia, il potere del governo sia esposto agli alti e bassi delle maggioranze parlamentari e che queste ultime siano l'espressione delle fluttuazioni di una opinione pubblica bene informata. Sarebbe, infatti, spettato al sistema informativo spiegare come stavano le cose e stavano evolvendo, se non fosse imbavagliato dalla cultura dominante. Con la conquista della Rai, il capo del governo ha creato formalmente e sostanzialmente le condizioni di un consenso pubblico manipolato alla bisogna e impensabile in una democrazia liberale e pluralista dipendente da un'opinione pubblica correttamente informata...

Della situazione che si è venuta a creare lo dobbiamo al presidente della Repubblica che dovrebbe essere il garante della Costituzione e che, invece, della stessa Costituzione ha fatto strame, producendo, in contrapposizione al centrodestra, tre governi non eletti, ma da lui stesso nominati, secondo una prassi da democrazia proletaria. La Repubblica si sarebbe, probabilmente, salvata se si fossero fatte le riforme promesse e disattese da tutti i governi, nel nome di una governabilità che assomiglia troppo a prove generali di regime autoritario per non inquietare.

Che piaccia o no, siamo sulla strada di una trasformazione della già fragile democrazia rappresentativa nata dalla Resistenza e dalla sconfitta del fascismo e, con la Costituente, dominata dalla cultura sovietica del Partito comunista, allora incline trasformare l'Italia in una democrazia popolare analoga a quelle nate nell'Europa centrale e orientale a seguito dell'occupazione militare dell'Armata rossa. Non è per un pregiudizio ideologico che vado elencando i danni che la cultura di sinistra, alleata a un cattolicesimo gesuitico parimenti autoritario, ha fatto al Paese dalla fine della guerra ad oggi, ma dalla constatazione di fatto di una tendenza progressiva, già presente nella Costituzione ad ignorare libertà e i diritti individuali, per non parlare della proprietà, in nome di un interesse collettivo che pare aver mutuato le proprie ragioni dalla volontà generale di Rousseau, avamposto teorico dei totalitarismi del XX secolo e di un sovietismo d'accatto mentre le dure repliche della storia facevano giustizia del comunismo dove si era malauguratamente instaurato.

È, del resto, anche l'assenza di una borghesia e di una cultura liberale degne di questo nome che ha prodotto tale situazione. La viltà e l'incultura di un parte della nostra borghesia hanno creato le condizioni per il successo dell'idea di sinistra alla quale l'una e l'altra hanno guardato come ad un albi della propria condizione sociale. La condanna di papa Francesco del denaro e della ricchezza non pare, ad esempio, tenere conto che denaro e ricchezza sono l'altra faccia della medaglia (la povertà) con la quale la Chiesa ha governato a lungo l'umanità... L'Italia paga il prezzo di non aver apprezzato, e difeso, con sufficienza fermezza lo Stato liberale nato col Risorgimento - peraltro avversato dalla Chiesa prima di fronte al fascismo insorgente, poi di fronte al comunismo internazionalmente vincitore, con le democrazie liberali, del nazifascismo.

piero.ostellino@ilgiornale.it

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 15/04/2016 - 15:36

demerito da spartire con l'inaffidabile opposizione responsabile.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 15/04/2016 - 15:49

Ostellino, per carità, ci risparmi la solita solfa del Premier “non eletto dal popolo”, appunti di diritto costituzionale inventato (perché è la stessa Costituzione che prevede che possa essere modificata con votazione a maggioranza semplice, salvo poi tenere il referendum), e la continua denuncia dell’autoritarismo e del decisionismo di Renzi (che poi cozza con l’altra denuncia, altrettanto ricorrente, di considerarlo un contafrottole inconcludente). Se passeranno le riforme costituzionali, varranno sia per Renzi che per gli altri, e le elezioni le potrà vincere lui o un altro, dipende dagli elettori. E a ben vedere le riforme costituzionali, associate all’Italicum, vanno a costituire un premierato di fatto (cioè il PdC designato dal popolo) e un sistema parlamentare semplificato e decisionista, che è poi quello che il centro-destra ha sempre propugnato.

obiettore

Ven, 15/04/2016 - 15:50

Siamo già sotto regime. Quello chi lo schioda .

agosvac

Ven, 15/04/2016 - 15:58

Egregio Ostellino, lei dimentica una cosa molto importante: la riforma costituzionale fatta da renzi non è operativa senza una conferma referendaria. L'unico danno fatto finora è la riforma della legge elettorale ma, anche questa , potrebbe essere non costituzionale. In pratica, finora, renzi non ha fatto un bel niente, dipende dagli italiani e dalla Corte Costituzionale farglielo fare. Nella Corte Costituzionale non ho molta fiducia, ma gli italiani non credo che accetteranno le fesserie fatte da renzi. Per conto mio, voterò un NO secco.

giovauriem

Ven, 15/04/2016 - 16:03

invece di parlare del burattino (renzi) per che non ci parlate dei burattinai ? sappiamo che renzi e equivalente al due di coppe , noi italiani vogliamo sapere chi è l'asso di danari ,bastoni , spada e coppe , o tergiversate ?

vince50_19

Ven, 15/04/2016 - 16:04

Sono d'accordo con lei, Ostellino. Peccato che vi sia una discreta percentuale di elettori che, giocando al classico ping pong politico, tiene saldamente attaccate sugli occhi fette di cetrioli e a questi sono "accodati" una certa percentuale di "responsabili" che fanno ostinatamente gli gnorri. Ma si sa, l'italiano finché ha qualche spicciolo in tasca, un bell'iphone con l'opzione "gratta cog@@@@ni" alla bisogna, il panta all'ultima moda, il bar dove dedicarsi a qualche movida, un rave party in cui spararsi qualche cannonata di droga nelle vene e via discorrendo, se ne fotterà altissimamente di queste faccende. Quando poi, magari a fine vacanze, la notte tornerà a casa e la troverà occupata forse, dico forse si sveglierà..

tonipier

Ven, 15/04/2016 - 16:06

" LE RIFORME?" La giustizia, continua a sballare nelle sentenze portando il cittadino al suicidio.

unosolo

Ven, 15/04/2016 - 16:11

bastava seguire i suoi discorsi quando diceva sin dal primo intervento , " " credo che ,,, " " da come la vedo io " " penso che ,, " tutte frasi e pensieri suoi o di chi lo imbocca , sveglia , l'aereo dice tutto sul quarantenne , se fosse cosa che doveva pagarsi da solo neanche la bici si comprava , forse , dico forse , è vissuto di regali e di cose in prestito come i primi giorni a Roma con la " SMART" di chi era ? il suo amico è chiaro. quindi inutile parlare di programmi pewr la Nazione.,

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/04/2016 - 16:13

#mvasconi Eh già. Proprio così! Meditate, gente, meditate.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 15/04/2016 - 16:28

@liberopensiero77: ti da molto fastidio vero sentire, ancora una volta, la verità su come stanno le cose!?!? Sarei curioso di sapere cosa scriveresti se al posto del bimbominkia ci fosse il berlusca.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 15/04/2016 - 16:30

Il tentativo di istaurare un regime autoritario da parte del Cazzaro è evidente..con il supporto di schiavi leccaculo e pseudo liberali tipo liberopensiero77..il militante Pidiota più ipocrita della galassia!

linoalo1

Ven, 15/04/2016 - 16:41

E' da mesi che continuo a dire che siamo in un Regime!!!Finalmente,anche qualcun altro comincia ad accorgersene!!!Ma,ormai,c'è ben poco da fare!!!I Centri di Potere Principali,lui,il Furbo Marinaio Renzi,se li è già presi tutti!!!!E le Opposizioni cosa fanno?Quelle di Sinistra fanno finta di litigare con lui,tanto per gettare Fumo negli Occhi all'Opinione Pubblica!!!Quelle di CentroDestra,si limitano a brontolare!!!E nessuno,però,si sogna di far cadere questo Governo di Incompetenti!!!Ecco spiegato perché,molti Italiani,invece di andare a votare,preferiscono adndare a divertirsi!!Tanto,dicono,cosa cambia???

jackmarmitta

Ven, 15/04/2016 - 16:41

perchè caro AGOSVAC credi che gli italiani andranno a votare al referendum abrogativo? Già ne hanno uno adesso, poi quel 30% di sinistri con ordini di scuderia pensi che votino. Con oscuramento da parte della RAI che non informa e giornali di partito tutti schierati, c'è da preoccuparsi veramente

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 15/04/2016 - 16:51

Qualcuno dica al grande riformista es al Napolitano che il D.P.R. 361 del 30 marzo 1957 art. 98 (T.U. 5 febbraio 1948, n. 26, art. 71) dice che : Il pubblico ufficiale, l'incaricato di un pubblico servizio, l'esercente di un servizio di pubblica necessità, il ministro di qualsiasi culto, chiunque investito di un pubblico potere o funzione civile o militare, abusando delle proprie attribuzioni e nell'esercizio di esse, si adopera a costringere gli elettori a firmare una dichiarazione di presenta- zione di candidati od a vincolare i suffragi degli elettori a favore od in pregiudizio di determinate liste o di determinati candidati o ad indurli all'astensione, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da lire 600.000 a lire 4.000.000

Una-mattina-mi-...

Ven, 15/04/2016 - 16:58

LE PROVE TECNICHE LE HA GIA' FATTE, ORA SIAMO IN PIENA ATTUAZIONE

Rossana Rossi

Ven, 15/04/2016 - 16:58

Sono perfettamente d'accordo. Ma fin che ci saranno delle capre tipo liberopensiero77 che giustificano con pistolotti vari le porcherie rosse, questa povera italietta a targa pd resterà sotto il regime già consolidato del pifferaio usurpatore e dei suoi accoliti incapaci.........

01Claude45

Ven, 15/04/2016 - 17:01

agosvac, Lei dimentica che rensi ha fatto un DANNO DI INCALCOLABILE VALORE: HA QUASI DISTRUTTO LA BORGHESIA. Tenga presente che TUTTI I REGIMI TOTALITARI temono la BORGHESIA, perché UNICA PRODUTTRICE DI ECONOMIA REALE. Più facile FREGARE i soldi all'individuo singolo sottomesso che ad UN BORGHESE che s'è fatto UNA POSIZIONE DI POTERE ECONOMICO. Esempio? Flavio Briatore. Con tutto quanto detto di disprezzo sui politici un semplice individuo sarebbe in galera. Lui NO.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 15/04/2016 - 17:06

@aresfin, io Berlusconi lo sostenevo nel suo periodo d'oro, quando era al governo e tentava di fare le riforme (assieme a Fini, Casini, ecc.). In generale sono sempre per chi cerca di operare costruttivamente, non apprezzo invece l'opposizione fine a sé stessa, che denigra e opera per sfasciare le istituzioni, magari insultando senza motivo, come fa RaddrizzoLeBanane, soggetto privo totalmente di argomenti seri.

marcosabelli

Ven, 15/04/2016 - 17:09

Per un candidato americano andare dal papa a prendere consigli è un metodo sicuro per perdere voti.

giovauriem

Ven, 15/04/2016 - 17:23

liberopensiero77 è un dipendente pubblico ,a lui stanno bene solo governi di sinistra , il suo programma vitae e quello di stare attaccato alla mammella dello stato per tutta la vita e se ne frega degli altri .

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 15/04/2016 - 17:29

@corvo rosso, legga bene quella norma, si parla di "abuso delle proprie attribuzioni". Un leader politico, che esprime un orientamento di voto (o di non voto) per i cittadini, rientra nella libera espressione del pensiero politico, non è certo perseguibile penalmente, così dice la giurisprudenza. Lasci perdere, sennò fa la figura della capra (di colore nero, credo) come Rossana Rossi che, al pari di RaddrizzoLeBanane, non ha argomenti, e si rifugia nell'insulto. Per loro una cosa non è buona solo perché è rossa, quindi non dovrebbero più mangiare fragole, ciliegie e arance, perché sono comuniste! Ahahahah!

Cheyenne

Ven, 15/04/2016 - 17:45

Bene però tutto ciò è dovuta all'inconcludenza dei governi della seconda repubblica, specie quelli di sinistra, per cui un cialtrone deciso come renzi è potuto salire ai massimi livelli, sia pure con l'appoggio golpista di napolitano e della magistratura Ma consoliamoci non durerà in quanto troppo di basso livello. Perfino un qualunque papadopoulos è superiore al nostro

Cheyenne

Ven, 15/04/2016 - 17:47

aggiungo se renzi avrà il coraggio di fermare l'invasione africana e di dare un po' di sicurezza alle nostre città in preda ai delinquenti avrà il 70% dei voti. Alla fine non ci vuole stalin per fare queste due cose

conviene

Ven, 15/04/2016 - 18:32

grazie per la censura. sono orgogliosa di non partecipare a certe cxxxxxe

hornblower

Ven, 15/04/2016 - 18:42

@liberopensiero77, qui è tutto incostituzionale, giudici incost.li perché eletti da un P.mento che loro stessi dichiarano incost.le, giudici incost.li perché eletti da PdR incost.le perché eletto da un P.mento da loro stessi dichiarato incost.le, modifica della Cost.ne votata da una maggioranza elettorale incost.le come da sentenza di giudici nominati da un P.nto dagli stessi dichiarato incost.le, nuova legge elettorale incost.le perché votatata da un P.nto dichiarato incost.le da giudici incost.li, poi Ostellino non ha ancora capito che in It ed Ue trionfa il neoliberismo.

pietrom

Ven, 15/04/2016 - 18:49

Caro Ostellino, una legge elettorale e una forma di governo sono cose piuttosto complicate, e non e' facile prevedere se certe regole si traducano in un sistema politico efficiente e democratico. Sono decenni che ci proviamo, e abbiamo sempre fallito. Cosa fare allora? Copiare pari pari la costituzione di un altra nazione, USA, UK, Francia, ... Anche facendo una pessima scelta, non si potra' che migliorare. L'importante e' cancellare tutto quanto fatto in Parlamento dal dopoguerra ad oggi.

mifra77

Ven, 15/04/2016 - 18:49

E con grande goduria, appena compare Renzi su qualsivoglia monitor, premo il pulsante "muto". Soddisfazione da poco? forse ma mettere a tacere un elemento che appena apre bocca lo fa per fregarti, almeno ti da la soddisfazione di non ascoltare menzogne

mifra77

Ven, 15/04/2016 - 19:05

A parti invertite, si ripeterà quella resistenza partigiana che si dice abbia dato le basi per la costituzione più bella del mondo. Questa volta saranno gli allora rubagalline a soccombere ed il loro erede cianciarone che pensa di appropriarsi del mondo, si troverà esiliato e solo. Unico neo? i luoghi della resistenza ora stanno passando nelle mani di profugki e clandestini che li usano per i loro... "comodi". Chi dovrà combattere per la democrazia dovrà cambiare residenza.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 15/04/2016 - 19:23

liberopensiero77 Ven, 15/04/2016 - 15:49.....Mi vien da pensare che lei non sia del tutto normale...Mai pensato di farsi vedere da uno bravo, ma proprio bravo?? E.A.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 15/04/2016 - 19:37

Il demagogo Pseudolibero77 con arrogante autoreferenzialità si difende dietro pseudoargomentazioni..è così che la sinistra ha distrutto questo paese..dipingendo con demagogia e propaganda una sua realtà contraria all'evidenza dei fatti che invece ci dicono incontrovertibilmente che il mare è blu e non rosso.. e che il Cazzaro racconta balle e non mantiene mantiene le promesse fatte con annunci imbarazzanti (ricordare..appena eletto blaterava una riforma al mese..esaltazione del Jobs Cat come magica ricetta per creare lavoro..salvo poi smentire se stesso quando i dati istat mensilmente confermavano la tragica situazione sul mercato del lavoro)..Pseudolibertà77 tanto arrogante quanto imbarazzante..esattamente come il suo Padrone Matteo Sxxxxxi!!

DoctorMR

Ven, 15/04/2016 - 19:37

Caro giovauriem, lei cerca burattinai e soci occulti? Da elettore, delusissimo e in fase astensionista del centrodestra, la invito a considerare che, senza Verdini, senza il Nazzareno (non mi riferisco a Nostro Signore Gesù Cristo) e senza l'ipocrisia della sinistra PD, di Renzi avremmo dimenticato persino il nome. Bisognerebbe chiedere anche a Berlusconi......

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 15/04/2016 - 19:40

Cheyenne...immagino che lei non stia parlando seriamente..lei pensa veramente che a prendere le decisioni sia Matteo Sxxxxxi e non i burattinai che l'hanno piazzato li per fare i propri interessi? Forse allora la propaganda di leccaculo pidioti come Pseudolibertà77 ha un suo perchè..

ClaudioNoccioli

Ven, 15/04/2016 - 19:44

Per fare i ditattori bisogna avere le palle! Renzi sicuramente non le ha! Sarà spazzato via, lui e i suoi compari, dal popolo italiano. Non credo che gli italiani saranno disposti a subire ancora a lungo tasse, invasione africana, etc. etc. imposti da questo illegittimo governo. A tutto c'è un limite!

m.nanni

Sab, 16/04/2016 - 07:40

caro Ostellino, in parte lo fa capire anche l'articolo ma se Renzi stradomina è perchè non ha avversari. il centrodestra non ha difeso le sue riforme e non ne ha portato a termine quelle promesse. ora s'intorta sul SI di un referendum bufala e non dimostra cultura di governo perchè le trivelle si governano, non si abiurano. altro che votare SI; doveva starsene fuori e difendere la costituzionalità dell'astensione. sulla riforma della costituzione come si fa a non votare un senato con soli cento senatori e neppure retribuiti e le province sradicate dalla costituzione? e sull'Italicum che fa il centrodestra FI Lega compresa? non si unisce in un unico partito? sarà colpa di Renzi se SB, MS, G:Meloni fanno a briglie sciolte come dei dilettanti allo sbaraglio?

Atlantico

Sab, 16/04/2016 - 09:55

Fantastico ! Autorevoli 'opinionisti' che per decenni hanno scritto e riscritto lo stesso fondo ogni settimana, sull'Italia che non cambia mai, appena appare un politico che inizia a cambiare davvero le cose dopo decenni di chiacchiere inutili ( dei politici e degli stessi 'opinionisti' che invocavano le 'riforme' ) cambiano istantaneamente opinione e gridano al lupo. Con quale credibilità, Ostellino ?

franco-a-trier-D

Sab, 16/04/2016 - 10:20

MANDATELO A CASA, PER ME QUESTO TIPO AVREBBE DOVUTO FARE IL PRETE NON IL POLITICO.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 16/04/2016 - 10:45

@liberopensiero77, non complimenti innanzitutto per la sua supponenza, la informo che il partito radicale ha denunciato i Due in base a quella norma di legge! Quando si vuole abrogare una norma fatta da funzionari statali , è giusto che i cittadini possano votare come vogliono, ma chi l'ha fatta è bene stia zitto....quella norma l'ha fatta Renzi con l'appoggio del Secondo denunciato. Saluti

vince50_19

Sab, 16/04/2016 - 11:36

corvo rosso - Mi risulta lo abbia fatto anche Paolo Ferrero..

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 16/04/2016 - 12:28

Non vedo l'ora che si schianti contro il muro. Renzialandia è solo nella sua immaginazione, poi se guardiamo i numeri siamo nel Disatrolandia. E questo fatto in pochi anni. Se la prima Repubblica in 60 ha portato il paese in forte difficoltà, in 3 anni al Renzino e C. lo hanno portato al fallimento totale. Sinistri SVEGLIA non viviamo in una fiaba, qua si deve lavorare non blaterare.

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 16/04/2016 - 14:03

Garantire la difesa dei principi propri della destra e che sono stati traditi per una ipotetica responsabilità nei confronti del paese anziché nei confronti degli elettori?