Il ritorno del Titanic centodieci anni dopo. Stessa nave e stessa rotta (ma più scialuppe)

La nave riprodotta salperà nel 2022: "Crociere che incanteranno la gente"

New York Centodieci anni dopo il Titanic torna a solcare le acque dell'Atlantico facendo rivivere momenti, storie antiche e la tragedia che ne decretò l'epica fine nella notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912. Ovviamente stiamo parlando del Titanic II, la riproduzione del celebre bastimento da crociera che salperà per il suo primo viaggio nel 2022. Si tratta di un tour di due settimane con partenza da Dubai verso Southampton, in Inghilterra, poi da lì alla volta di New York, tracciando la rotta della nave affondata durante il suo viaggio inaugurale in seguito della collisione con un iceberg. Nel naufragio - raccontato nel colossal di James Cameron con Leonardo DiCaprio e Kate Winslet - persero la vita circa 1.500 persone. Il progetto da 500 milioni di dollari per realizzare la replica è stato lanciato per la prima volta nel 2012, ma tre anni dopo è stato sospeso a causa di problemi finanziari. Ora, però, superato il contenzioso legale che ha provocato la battuta d'arresto, la compagnia di navigazione impegnata nell'impresa, Blue Star Line, ha annunciato la ripresa dei lavori. La riproduzione del transatlantico è in costruzione in Cina (l'originale invece fu realizzato a Belfast, nell'Irlanda del Nord) e ricalcherà tutti i dettagli estetici dell'originale, dalle camere ai saloni, inclusa la maestosa scalinata che ha svolto un ruolo memorabile nel film di Cameron. Il nuovo Titanic potrà ospitare circa lo stesso numero di persone: per la precisione, come spiega il gruppo, saranno 835 cabine per 2.435 passeggeri, oltre i 900 membri dell'equipaggio. Pure in questo caso si potranno acquistare biglietti di prima, seconda e terza classe. Il bastimento sarà però dotato di una tecnologia all'avanguardia per navigazione e sicurezza, e ci saranno molte scialuppe di salvataggio. A differenza del Titanic, che aveva 20 lance per 1.178 persone, sufficienti soltanto per la metà di quelle presenti a bordo. E dove peraltro ve ne salirono solo 705: molte delle scialuppe furono calate in mare mezze vuote poiché, secondo alcune testimonianze, i marinai temevano che altrimenti avrebbero potuto cedere. «L'imbarcazione seguirà il viaggio originale, trasportando i passeggeri da Southampton a New York, ma circumnavigherà anche il globo», ha spiegato l'uomo d'affari e miliardario australiano Clive Palmer, presidente di Blue Star Line. A suo parere il nuovo Titanic, con le sue crociere attorno al mondo, sarà un icona in grado di «ispirare e incantare la gente, attirando attorno a sè attenzione e mistero in ogni porto che visiterà». «Offriremo un'autentica esperienza di navigazione sul Titanic», ha aggiunto, assicurando che «la nave avrà gli stessi interni di quella originale, integrati dai più moderni sistemi di sicurezza e la tecnologia del 21 esimo secolo, così da garantire il maggior comfort possibile». «Milioni di persone - ha concluso - hanno sognato di navigare sul Titanic, vedere la nave in porto e ammirare la sua maestosità. Il Titanic II sarà l'imbarcazione che realizzerà i loro sogni».