Tilgher in campo per De Luca: "Toni mussoliniani attualissimi"

Imbarazzo a sinistra per l'alleanza col leader del Fronte nazionale. Che sostiene: "Ora il problema è come reagiranno i padroni di Renzi"

Prima Carlo Aveta, ex esponente de La Destra. Poi Vincenzo De Leo, che a Casal di Principe è segretario del Fronte nazionale. A sostenere Vincenzo De Luca, candidato del Partito democratico nella corsa alla Regione Campania, ci sono anche politici "neri" nostalgici del fascismo e di Benito Mussolini. E a molti della sinistra fanno più orrore questi di altri nomi in lista con il candidato dem che avrebbero stretti rapporti con la camorra. Adriano Tilgher, leader 67enne del Fronte nazionale, non se ne cura e scommette tutto su "Campania in Rete", la lista civica di De Leo in appoggio a De Luca.

"Il Fronte nazionale non è un gruppo di estrema destra, ma solo un partito che cerca di mettere insieme tutti gli italiani a prescindere dal loro passato politico per essere così il partito del popolo", assicura Tilgher in una intervista al Corriere della Sera in cui assicura che quelli mussoliniani sono "discorsi attualissimi". Non la pensa così Nichi Vendola: "Cari amici del Pd, caro Renzi, si può avere come alleato uno che va a rendere omaggio a Predappio sulla tomba del Duce? Come si può mescolare tutto? Cosa diventa la lotta politica, solo l’arrembaggio verso il potere?". Tanto che il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini, in un’intervista al Mattino, invita gli elettori del Pd a non vo votare "certi nomi".

Di queste minacce, però, Tilgher non si cura e tira dritto: "A noi è interessa spaccare gli schemi: vogliamo infrangere, ribellarci, lottare insieme". L'obiettivo è contaminare il Pd in una commistione che, secondo voci vicine a Palazzo Chigi, preoccuperebbe non poco Matteo Renzi. "Il problema non è come reagirà Renzi ma come reagiranno i suoi padroni - spiega Tilgher - quel Renzi è solo un esecutore... prende ordini da chi vuol continuare a trattare, a considerare l’Italia un Paese a sovranità limitata. Noi, invece, vogliamo restituire l’Italia agli italiani". E per farlo non gli interessa di scendere a patti con la sinistra né con qualche candidato legato alla camorra.

Commenti
Ritratto di ...fivestars...

...fivestars...

Lun, 11/05/2015 - 11:14

imbarazzo a "sinistra"? ah,ah,ah,ah quando c'è da pappare non c'è imbarazzo che tenga nel partito unico del magnamagna

agosvac

Lun, 11/05/2015 - 12:35

Siamo alle comiche!!! Non solo il PD in Campania candida uno che anche se eletto non potrebbe, causa la legge Severino, svolgere il suo mandato, ma addirittura questo candidato , che poi tanto candido non è, si allea con l'estrema destra tanto aborrita dai comunisti di ogni epoca!!! Sembrerebbe, appunto, una vera barzelletta!!!

geronimo1

Lun, 11/05/2015 - 12:42

A parte che questo Tilgher mi sembra uscito da un fumetto, ci vuol altro per imbarazzare la sinistra!!!!!!

Luigi Farinelli

Lun, 11/05/2015 - 14:18

Comunque sia, la frase di Tilgher da incorniciare e che arriva al cuore del problema è la seguente: "..Il problema non è come reagirà Renzi ma come reagiranno i suoi padroni... quel Renzi è solo un esecutore... prende ordini da chi vuol continuare a considerare l’Italia un Paese a sovranità limitata". E chi è che vuole un Paese a sovranità limitata? Chiedete a Monti e Napolitano: "l'Italia deve cedere più sovranità all'Europa"; o al Napolitano di poche settimane fa: "Occorre favorire il nuovo ordine mondiale" (frase detta in Senato e non comparsa sui media, tranne sulla RAI, ma probabilmente proprio per propagandare la frase stessa). Chiedete pure ai "fratelli tre punti", quelli ad una cui riunione Prodi ha ritenuto giusto dover dire entusiasticamente (tramite il suo segretario, poiché Prodi poteva benissimo essere un partecipante a quella riunione di grembiulini) "Voi siete il futuro luminoso d'Italia!"

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Lun, 11/05/2015 - 16:21

Che schifo e che vergogna. La Destra di Storace venne attaccata lo scorso anno per aver fatto un'alleanza con Berlusconi. Mi chiedo e vi chiedo: cosa è più naturale per un elettore di destra (come me): un'alleanza nell'ambito del centrodestra o con gli ex comunisti? Mi viene da vomitare.

atlante

Lun, 11/05/2015 - 23:44

Luigi farinelli: perfettamente d'accordo con te. Renzi è un burattino della massoneria. Ma in un paese provinciale e di stupidi accattoni sinistroidi come l'Italia, pochi lo hanno capito.

forbot

Ven, 10/07/2015 - 17:11

a termine dell'articolo dove dice: " Noi vogliamo restituire l'Italia agli italiani e per farlo siamo disposti a scendere a patti con taluni della sinistra e anche della camorra; Aggiungerei, sicuro di non sbagliare, anche con quelli della destra; purchè ci facessero riacquistare un pò più di dignità, che è quella che abbiamo perso di più. Allora, in vent'anni, l'Italia fù rivoltata dentro fuori. A parte la guerra a cui dovemmo partecipare " giocoforza " se non volevamo essere invasi come il resto d'Europa. Ma cosa raccontano chi neanche c'era e sono sempre i soliti diffamatori che non conoscono onore e rispetto.