Porte aperte In diecimila nei depositi dell'Atm

Elena Gaiardoni

Atm: un viaggio dietro alle quinte del trasporto pubblico che chiama i cittadini milanesi anche oggi dalle 10 alle 19, per avventurarsi in mezzo alle bellezze e alle dinamiche dei mezzi che si prendono tutti i giorni. Ieri diecimila persone hanno partecipato a «Porte Aperte», entrando nel deposito di San Donato per visitare le aree dedicate ai treni metropolitani dell'azienda.

Visite ai treni Leonardo, esperimenti alla guida della metropolitana attraverso gli «oculus» visori per la realtà virtuale , colloqui con gli autisti e gli operai che ad ogni minuto fanno spostare la città per lavoro o per diporto. Questi gli interessi che hanno attirato famiglie, grandi e piccini, coinvolti nei due tour guidati, uno sull'anello di prova della metropolitana e l'altro dedicato al deposito bus.

E ancora. La storia, le tecnologie, l'innovazione e i risultati di Atm raccontati sul pannello lungo quanto un treno della metropolitana ben 110 metri con foto d'epoca tratte dall'archivio aziendale. I visitatori più piccoli si sono divertiti nell'area dedicata a giochi e proiezioni dinamiche, con modellini in legno dei treni, il vagone technology e l'incontro con Babbo Natale a bordo del treno ATMerry Christmas. Ieri mattina il presidente e direttore generale dell'Azienda trasporti milanesi, Bruno Rota, ha accolto la vicesindaco Anna Scavuzzo e l'assessore ai Trasporti Marco Granelli per dare il via all'attesa «due giorni» in una casa dove il viaggio è il grande protagonista, il viaggio inteso ancora all'antica, come passaggio da un luogo all'altro della città.