Porte aperte tutta la notte Con una birra in compagnia si produce di più

«Chiamami nel cuore della notte - si presenta Tito sul suo bigliettino da visita giallo canarino - chiamami la domenica mattina, altrimenti dai un'occhiata al nostro sito www.ultraviolet.to». «Non sono uno stakanovista», chiarisce subito. Eppure i cinque del team degli ultravioletti, designer di animazione molto forti nel settore museale, a Pasquetta erano qui per finire un progetto commissionato dall'Enel, un gioco interattivo per il pubblico del Giro d'Italia. E ora, alle dieci di sera, sono seduti attorno al tavolo comune a bere birra con Roberto, architetto, Valerio, designer, e Paolo, Paolo Anella, anche lui architetto ma soprattutto gestore di Officine Libetta, coworking storico di Roma, con la peculiarità di essere aperto tutta la notte.

Storie e professionalità molto diverse. Sono infatti tutti dotati di chiave di accesso, e possono trattenersi fino all'alba, o arrivare alle cinque del mattino. Ufficio e cucina in condivisione senza limiti orari. E infatti a un certo punto si sente il rumore delle chiavi nella toppa e a serata inoltrata arriva Bruno, il creative director di Ultravioletto, con il suo motto: «Se non esistesse l'ultimo momento la mia carriera professionale sarebbe un disastro». Via Libetta, quartiere Ostiense, zona post industriale che piace ai registi, è diventata da qualche anno una sorta di laboratorio della Capitale. Cerca di mantenere uno spazio che agevola la creatività individuale attraverso il contatto con gli altri, capace di trasformare un'idea in valore collettivo.

Anche Valerio è designer, e la sera è un momento per uno scambio di competenze con gli altri della notte. Viene da Londra dove segue allestimenti per l'Institute of contemporary art, è tornato in Italia da pochi mesi. Roberto lavora in una stanza isolata con i due soci dello studio di architettura Modo Studio, vincitore dell'appalto per il nuovo teatro dell'Aquila. Questo è un luogo fuori dal mondo, dove non ci sono capi, ma neanche le distrazioni di una casa. I coworker arrivano e passano: come una squadra di costumiste di teatro, partite da poche ore per una lunga trasferta, o i ragazzi di Tiqets, piattaforma per la vendita di biglietti di qualsiasi tipo, gli ultimi arrivati.

EFo