Prandelli «bluffa» E la Fiorentina vola

Dimitri Canello

da Treviso

La volata si fa entusiasmante. Tre squilli della Roma, un misero pari per la Fiorentina. Storia di quarantacinque minuti che sembrano disegnare una verità sin troppo lineare. Altri quarantacinque minuti, per esempio, con due gol dei viola e tre del Palermo. Risultato. Controsorpasso dei toscani e verdetto finale ancora incertissimo. Al 25' Pasqual pennella dalla bandierina e il centravanti azzurro di testa firma il suo ventottesimo gol. Toni fallisce da pochi passi il raddoppio e Borriello (39') lo castiga, il centravanti scarica in fondo al sacco con precisione superba. Nella ripresa la Fiorentina entra in campo con lo spirito giusto, Prandelli aveva detto ai suoi che la Roma stava perdendo 3 a 0, il bluff «piscologico» ha avuto l’effetto desiderato, è stato decisivo, al 3' gol di Brocchi su errore di Zancopè, poi spettacolare gol di Montolivo, al 39' per il definitivo 3-1. E Andrea Della Valle ha seguito la ripresa negli uffici per evitare l’esuberanza del sindaco Gentilini.