Primo maggio, parte il viaggio nel futuro di cibo e vita

Venerdì alle 10 aprono le porte di Expo Milano 2015 e si alza il sipario sui "padiglioni delle meraviglie". Un' avventura dei sensi, delle emozioni, della scoperta e della consapevolezza sui grandi temi globali di "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita". Il mondo ha risposto alla chiamata di Milano e dell'Italia con un record di presenze che supera quelle dell'Expo di Shanghai: 145 Paesi, 3 organizzazioni internazionali, 13 organizzazioni della società civile. Oltre 20 milioni di visitatori attesi

Venerdì primo maggio è la data, le 10 l'ora: Expo Milano 2015 alza il sipario e apre le porte del "villaggio globale" dedicato a cibo e vita che offrirà uno straordinario viaggio di sei mesi, fino al 31 ottobre, alla scoperta dei contenuti, delle idee di "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita". Milano e l'Italia al centro del mondo sui temi dell'alimentazione sana, della sostenibilità, della lotta allo spreco e alle malattie alimentari, di quella - altrettando fondamentale - alla fame nel mondo. Avventura culturale per un'Esposizione Universale che ha come obiettivo, con le sue tante partecipazioni e iniziative, di "nutrire il corpo e la mente". Ma anche quello di declinare temi così alti in maniera coinvolgente, divertente, educativa, consapevole: avventura dei sensi e delle emozioni.

E il mondo ha risposto alla «chiamata» di Milano con un record di presenze che supera quelle dell'Expo di Shanghai: 145 Paesi, 3 organizzazioni internazionali, 13 organizzazioni della società civile. Oltre 20 milioni di visitatori attesi. Sei mesi alla scoperta dei "padiglioni delle meraviglie", con le loro architetture avveniristiche ed eco-sostenibili, molte delle quali firmate da archistar, concepite per stupire e invitare alla visita, capolavori di design, ingegneria, tecnologia. Raccontano storie di mondi diversi, stili di vita e di alimentazione, abilità del coltivare salvaguardando la biodiversità, lotta per sconfiggere terre aride e con poca acqua, capacità di conservare tradizioni e culture antiche, impegno per costruire un futuro migliore per tutti.

Expo del mondo ma anche Expo dell'Italia, dell'orgoglio del saper fare che ha come simboli l'Albero della Vita, l'avveniristico Palazzo Italia e il grande padiglione che mette in mostra eccellenze agroalimentari, territori, cultura, vivaio dei giovani. Si parte giovedì 30 aprile alle 21.15 in piazza Duomo con il concerto di Andrea Bocelli in mondovisione. Sul palco anche il pianista 2015 Lang Lang, il soprano Diana Damrau, il tenore Francesco Meli, il baritono Simone Piazzola, il soprano Maria Borsi con coro e orchestra del Teatro alla Scala e dell'Accademia Teatro alla Scala diretti da Bruno Casoni e Marco Armiliato.

E venerdì primo maggio Expo apre le porte al pubblico alle 10, alle 12 inaugurazione ufficiale con il premier Matteo Renzi e il video intervento di Papa Francesco all'Open Theatre, con l'Albero della Vita che si accenderà. E le Frecce tricolori dipingeranno nel cielo di Milano un lunghissimo Tricolore. Prima, alle 18 suoneranno le campane del duomo e di tutte le chiese.
Il viaggio ha inizio, l'invito è esserci, da protagonisti, per dire "io sono Expo".