Protezione civile, centro per la formazione

Protezione civile, il Campidoglio apre il “Centro per la formazione degli operatori”. Sede della struttura è il casale conosciuto come “Stalla dei tori”, da poco restaurato, all’interno del parco di Aguzzano, 60 ettari fra la Nomentana, il raccordo, via Tiburtina e l’Aniene, nel V municipio. A inaugurare il centro sono stati ieri mattina il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore all’ambiente Fabio De Lillo, il direttore della Protezione civile Tommaso Profeta. «Si tratta di un passaggio importante per l’ulteriore qualificazione della nostra città, visto che con la legge su Roma Capitale saranno trasferite al Campidoglio anche le principali funzioni della protezione civile» ha spiegato il primo cittadino.
All’interno del Centro si terranno stage formativi e di aggiornamento per: operatori del servizio giardini e delle aziende comunali; agenti della Polizia municipale; personale in servizio presso municipi e dipartimenti comunali; operatori delle associazioni di volontariato e della sala operativa della Protezione civile. Nei locali saranno inoltre organizzate attività didattiche specifiche per gli studenti che già seguono i corsi della Protezione civile. Lo scorso anno i corsi hanno coinvolto oltre 10mila alunni e 500 docenti delle scuole di Roma. Ora potranno essere ulteriormente estesi. Nel nuovo Centro si svolgeranno anche tutte le attività legate alla comunicazione, in particolare le informazioni da dare ai cittadini sulla prevenzione e su come agire in caso di emergenza.
Con l’occasione è stato presentato alla stampa il nuovo sito internet www.protezionecivilecomuneroma.it, diviso per aree tematiche di cui una specifica per le ultime notizie. Un’apposita sezione dell’home page è dedicata ai rischi meteo: le ondate di calore, come quella eccezionale di questi giorni; il pericolo di incendi; le condizioni climatiche avverse. Dal menù si può accedere alla cartografia cittadina che identifica la mappa delle aree a rischio nel territorio di Roma, ed è corredata dalla banca dati su incendi e allagamenti. Sempre dal menù si possono conoscere le procedure da adottare in caso di emergenza. Prossimamente saranno attivati una newsletter e il “servizio mailing”, che consentirà agli operatori di inviare informazioni in tempo reale durante le emergenze meteo.
L’assessorato all’ambiente ha reso noto invece l’elenco degli immobili da assegnare a breve ad associazioni di volontari della protezione civile come presidio per le ville storiche e le aree verdi cittadine. Fra i parchi coinvolti: Villa Sciarra, la sede del servizio giardini (parte); Villa Ada, la Finanziera (parte); Villa Glori, l’ex portineria all’ingresso di viale Pilsudski; Parco Talenti, la Casa del Parco; Villa Doria Pamphili, il Vivaio; la Caffarella, le scuderie del complesso della Vaccareccia.
A margine della presentazione del nuovo Centro di formazione, Tommaso Profeta ha annunciato che il Campidoglio darà vita a una consulta delle associazioni di volontariato che operano nel campo della protezione civile. Servirà soprattutto per gestire la fase di cambiamento legata alle nuove norme previste sulla tematica dalla legge su Roma Capitale. I maggiori poteri di cui disporrà in materia il Comune, ha spiegato Profeta, «richiederanno inoltre di mettersi attorno a un tavolo con i propri omologhi in Regione per parlare della suddivisione dei fondi e delle competenze».