Pupo: mai più Affari tuoi anzi fate riposare i pacchi

Il cantante: ho in mente uno show tutto mio in prima serata su Raiuno

Laura Rio

da Milano

Mai più pacchi per Pupo. Il cantante chiude definitivamente il capitolo Affari tuoi. Del giochino che gli ha ridato notorietà in Italia dopo anni di oblio non ne vuole più sapere. Ad aprile quando aveva salutato gli spettatori per lasciare il posto ad Antonella Clerici, aveva detto che forse sarebbe tornato a settembre per riprendere il timone del quiz per alcune settimane. Ieri, in occasione della presentazione del Festival Pigro che condurrà da oggi a Urbino, ha messo la parola fine: «La Rai mi ha chiesto di tornare dal 19 Settembre, ma ho detto no. Inoltre mi sono rifiutato di partecipare anche alla puntata registrata per la chiusura del programma (che comunque poi non c’è stata), perché non sento più mia quell'esperienza. Anzi, se Affari tuoi non subisce cambiamenti visibili deve riposare un po’». Ma Pupo si è voluto togliere anche qualche sassolino dalle scarpe, visto che dopo otto mesi filati di conduzione del game, in fretta e furia ha dovuto passare il testimone alla Clerici, scelta fatta da Raiuno nella vana speranza di ridare vitalità al giochino. «Ho cercato di aggiungere del mio al programma, ma come è noto a un certo punto mi è stato chiesto di farmi da parte - ha detto -. Tengo a precisare che sono stato io stavolta a rifiutarmi di tornare». Parole che sono suonate male in viale Mazzini: Pupo ha risolto un bel problema accettando di farsi carico della durissima eredità di Bonolis, ma il ritorno in Tv gli ha anche regalato tanta notorietà. Paolo Bassetti, produttore del gioco, commenta: «Sono sbigottito, non ho parole».
Comunque, il cantante ha ancora voglia di fare Tv. Sta trattando con la Rai per condurre un giochino quest’estate nella fascia di access prime time (quella delle 20,30-21), prodotto come Affari tuoi da Endemol, e per l’autunno, sta valutando il progetto di alcune prime serate, sempre su Raiuno: degli show tagliati sulla sua vita, di artista e di giocatore, in cui potrebbe cantare e recitare, un po’ come nello spettacolo che sta portando in tournée: Il grande croupier.
Ma, scartato (da tempo) Pupo, per Raiuno resta aperto il problema Affari tuoi, uno dei nodi centrali della programmazione autunnale. Il gioco nell’ultima stagione è stato talmente spremuto (è andato in onda ininterrottamente da settembre a giugno) che è difficile inventarsi qualcosa per ridargli sprint: si sta anche pensando di metterlo un po’ a riposo. Bonolis raggiungeva la folgorante media del 35 per cento, Pupo e la Clerici (che hanno dovuto combattere contro una rivitalizzata Striscia e che hanno avuto anche il gap di non partire subito dopo il Tg1) sono scesi rispettivamente a una media del 27,9 e del 25,5 per cento.
Per ora il più accreditato nome per la conduzione nella prossima stagione resta quello di Max Giusti: il comico ha fatto il provino migliore, ma il casting prosegue e potrebbero saltare fuori altri volti. Il direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce vorrebbe Chiambretti, che però fa sapere di non avere intenzione di tornare in Rai per i pacchi, magari per qualche altro programma sì. Intanto, quatto quatto, il giochino che Giancarlo Magalli sta sperimentando su Raiuno, non va poi così male. Mister, con quell’impianto banale incentrato sui cognomi, ha fatto l’altro ieri uno share del 22,5%, e i due giorni precedenti il 23,81% e il 23,14%. Che contro la corazzata Striscia (che veleggia sempre sul 29%) non è da buttar via.