Quando a un certo punto passa (davanti) Rula

Qualcuno dice che visti da fuori noi giornalisti sembriamo un po’ strani. Visti i colleghi della moda - nessuno s’offenda per carità - si può anche avere il sospetto che in fondo non sia proprio sbagliato. Perché se le lamentele a bordo passerella uscissero dai saloni della moda ci sarebbe da divertirsi, ma si sa che a volte gli stilisti non hanno sense of humour e comunque quasi sempre hanno la dannata idea di disegnare bei vestiti, impossibili da criticare. Prendete comunque un gentleman come Giorgio Armani: quelli della moda chiamano «il bacio della pantofola» l’abitudine di andare ad ossequiarlo dopo le sfilate. Così anche ieri c’era ressa da Re Giorgio ma lui, a seguito del motto «per me parlano gli abiti» ha lasciato tutti a bocca asciutta. L’unica fortunata è Rula Jebreal, l’anchorwoman (pare si dica così) di La7 che - anche se non le piace sentirselo dire - ha una chiave d’accesso infallibile: «Ecco qui la bellissima Rula», strilla infatti Armani davanti alla colleganza riunita. A quel punto la fiammata dagli occhi delle presenti, una delle quali però ne esce alla grande: «Guarda Giorgio che è una giornalista pure lei, anche se non sembra...». Segue risata. Poco prima alla sfilata D&G il dinamico duo a fine show aveva consegnato a tutti un lecca lecca. Chissà cosa avranno voluto dire.