Rafting da brividi e relax in riva al lago In Svizzera la vacanza è acquatica

Non solo Cervino, Punta Dufour, Pilatus, Saentis. Con più di 7000 laghi, 120 ghiacciai, fiumi che percorrono migliaia di chilometri, grotte e gole, la Svizzera lancia due nuove brochure «150 esperienze acquatiche» e «Pernottare sull'acqua», richiedibili al numero verde 0080010020030 o sul sito www.svizzera.it/prospetti dove sono anche sfogliabili (consegna a domicilio gratuita).
Del resto la Confederazione dà i natali al Reno, al Rodano, all'Inn e al Ticino. Le sorgenti di questi fiumi possono essere visitate nella regione del San Gottardo con il percorso circolare «Via delle Quattro Sorgenti». In prossimità del Passo dell'Oberalp si incontra il Lago di Toma, considerato la sorgente del Reno, e da qui inizia anche la ciclabile percorribile fino a Basilea.
C'è poi un aspetto romantico. Quasi tutte le città svizzere sorgono in riva a laghi o a fiumi: il celebre Montreux Jazz Festival dal 29 giugno al 14 luglio o la rassegna di musicals sul lago di Thun dal 10 luglio al 30 agosto (in programma il Titanic) hanno in comune lo scenario incantevole a filo d'acqua. In questo specchio turchese è imperdibile una crociera fino a Interlaken sul «Blümlisalp», un battello a vapore a pale con serate a tema. Spettacolare il nuovo yacht panoramico lungo 49 m a due piani della Compagnia di Navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni con tetto apribile come quello di una cabriolet.
Anche l'acqua termale merita molta attenzione tra le montagne della Confederazione. Nella Regione del Lago di Lucerna il 2 luglio sta per aprire lo stabilimento termale Rigi-Kaltbad progettato dal celebre architetto svizzero Mario Botta (www.luzern.com).
Il Vallese è ricco di acqua calda e curativa, come a Leukerbad, la più grande stazione termale e panoramica delle Alpi, dove fuoriesce a una temperatura di 51 gradi. E, da non dimenticare, questo cantone custodisce l'Aletsch, il più grande ghiacciaio alpino.
Una particolarità è data dalle «bissen» o «Suonen», condotte idriche attorno alle quali si sviluppano fantastici sentieri, utilizzate da secoli per irrigare che hanno ispirato un nuovo museo nel villaggio di Botyre. Chi cerca adrenalina può percorrere il ponte sospeso di100 m, alto 90 nel giardino del ghiacciaio Dossen sempre nel Vallese dove è stato inaugurato un nuovo sentiero che permette di fare una comoda passeggiata dal lago Riffelsee (ferrovia Gornergrat Bahn, fermata Rotenboden), alla bocca del ghiacciaio di Gorner, proseguendo poi per il giardino del ghiacciaio di Dossen prima di giungere, mediante il ponte sospeso, a Furi (cabinovia Matterhorn Express).
Anche l'Engadina è un paradiso acquatico con 209 laghi e 173 ghiacciai che garantiscono suggestive esperienze naturali. La più spettacolare: la traversata dei ghiacciai del Pers e del Morteratsch. Sul Corvatsch il sentiero «Ai sei laghi» unisce sei splendidi specchi d'acqua.
Bagni con tanto charme nel Lago di Costanza dove esiste uno stabilimento balneare del 1924, nel Lago di Cauma presso Films o con tramonti d'incanto nelle acque del Lago di Zugo dove l'architetto giapponese Tadashi Kawamata ha progettato semplici ma funzioni cabine. O ancora sull'isola Flüelen tra le isole balneari di Lorelei nell'Urnersee, un piccolo arcipelago nel Lago di Lucerna.
In Ticino il Parco delle Gole della Breggia è il primo geoparco elvetico dove lo scavo dell'acqua ha messo a nudo un profilo geologico continuo tra il Giurassico ed il Terziario. Da non perdere il giro tra i laghetti e il ghiacciaio Basòdino nella regione del Lago Maggiore così come la cascata di Foroglio alta 110 m o il Lago Ritom in Val di Piora nella Regione Bellinzona-Alto Ticino con tanto di sentiero didattico. Sul Lago Maggiore si può partire dal porto di Locarno o da quello di Ascona e visitare le Isole di Brissago con il Parco Botanico. Oppure sul Lago Ceresio si può cogliere un'offerta che abbina funicolare, passeggiata e giro in battello.
Acqua significa anche movimento: sono 30 le escursioni a piedi, in bicicletta o in canoa segnalati sul sito www.svizzeramobile.ch. Per il rafting adrenalitico c’è il tratto fluviale di 20 km fra Llanz e Reichenau che combina rapide, rocce a strapiombo e canyon.
Il modo migliore per ammirare il Paese è utilizzare il trasporto pubblico: treni, autobus, impianti di risalita. Lo Swiss Travel System propone offerte per le famiglie con gratuità per i ragazzi sotto i 16 anni in compagnia di un genitore (www.swisstravelsystem.com/2for1.)
Per pernottare vicino all'acqua sono oltre 100 le possibilità tra camping, hotel e ostelli.
Da provare il Grandhotel Giessbach situato circa 100 m sul Lago di Brienz con lo spettacolo delle omonime cascate (www.giessbach.ch) collegato al lago dalla più antica funicolare d'Europa. Da 90 euro a persona con colazione
Una scelta romantica? L'Hotel Lej da Staz a St. Moritz, immerso nel verde, ha il ristorante in riva al lago di Staz con belle visuali dalle camere (www.lejdastaz.ch). Da 87 euro a notte a persona con colazione.
Ulteriori informazioni: www.svizzera.it/estate; www.myswitzerland.it.