A Ravello lo splendore di Palazzo Avino

Matilde De Poli

Una camera preziosa come tutto il palazzo che fa della raffinatezza la sua cifra stilistica tra l'avvolgente biancore del marmo, il calore dei tappeti antichi e i colori dell'arte contemporanea. Ma anche un nido sospeso su pendii scoscesi terrazzati a limoni e una vastissima distesa blu. 350 m di altezza sul mare e una parete di vetro che ne cattura colori, luce e riflessi. Con l'alba che inscena autentici spettacoli se si ha la voglia (ma ne vale la pena) di svegliarsi in tempo. Palazzo Avino (www.palazzoavino.com), 43 camere di cui 10 suite, è anche questo, l'intimo piacere di contemplare la Costiera stando in camera con la netta sensazione di volare. Lo scorcio, tra i più suggestivi della costiera Amalfitana con il Golfo di Salerno sullo sfondo, lo si coglie da ogni terrazza del giardino, magari seduti al Lobster & Martini Bar, sorseggiando uno dei 100 cocktail in menù ideati dal barman Stefano Amato. Si nuota in piscina o ci si lascia solleticare dagli idromassaggi in terrazza. E la sera si gustano i capolavori dell'executive chef Michele Deleo all'elegante Rossellinis, una stella Michelin: tecnica molto elaborata ma sempre votata al territorio, come rivela il Riso Aqaurello cotto in infuso di pomodori gialli Corbarini, mantecato con Fior di Latte di Agerola, composta di Limone Amalfitano e crudo di mare. Un'altra esperienza nei sapori dal taglio diverso è il Corso di Cucina «Nonna Orsola» a Villa Maria, storica dimora che ha conservato il fascino Deco degli arredi originali. Si visita l'Orto Organico con lo chef e si prepara nella grande cucina un pasto completo. La Costiera è un inno ai sapori: da non perdere il Lemon Tour, autentico viaggio nel mondo del limone sfusato amalfitano nell'azienda La Valle dei Mulini: un susseguirsi di «giardini», come li chiamano qui, che sono un palcoscenico mozzafiato sulla Costiera, o le cantine San Francesco di Tramonti (famosa per la pizza e il fior di latte) con viti di Tintore a pergolato di 500 anni, una vera «Pompei del vino». Per ulteriori informazioni c'è il nuovo ebook di Rosanna Precchia edito da Simonelli Editore con la collaborazione del Gruppo Italiano Stampa Turistica: «Perché la Costiera Amalfitana?», 10 domande e risposte per scoprirla.