La Regione chiede ai sindaci una mappa delle moschee

Già pronto in 250 Comuni il censimento dei luoghi islamici Beccalossi: «Necessario per la sicurezza». Parisi: «Sinistra reticente»

Giannino della Frattina

Un appello a tutti i sindaci della Lombardia perché contribuiscano alle misure anti terrorismo completando il censimento dei luoghi più frequentato dagli islamici. A farlo la Regione che con l'assessore all'Urbanistica di Fratelli d'Italia Viviana Beccalossi rinnova la richiesta ai primi cittadini «affinché collaborino a porre in essere ogni tipo d'intervento mirato a elevare il grado di sicurezza dei cittadini».

La Beccalossi, a cui il governatore Roberto Maroni ha affidato la delega a coordinare tutte le azioni a contrastare il radicalismo islamico, dopo le notizia pubblicata ieri dal Corriere della Sera che denunciava la presenza di uomini dell'Isis nel Milanese, sottolinea che «dopo aver approvato più di un anno fa una legge sulla costruzione di nuovi luoghi di culto, a fine luglio, su indicazione del presidente Maroni, ho inviato una lettera ai sindaci della Lombardia e per conoscenza ai prefetti, chiedendo loro di inviarci la mappatura delle moschee, dei centri culturali islamici e delle scuole coraniche presenti sul loro territorio». (...)