Ricerca Una pillola anticoncezionale per il controllo dei dolori mestruali

Sempre più benefici dalla contraccezione ormonale. Oggi anche quei fastidiosi sintomi legati all’arrivo del ciclo mestruale e che interessano ben 8 donne su 10 in età fertile, potranno essere un ricordo o quantomeno controllati. Arriva in Italia, la prima pillola anticoncezionale (la più utilizzata negli Stati Uniti) che, oltre ad evitare gravidanze, promette un effetto sulla sindrome premestruale. I risultati di un recente sondaggio, condotto su circa 2mila donne indicano che nel periodo anticipatorio del ciclo, una italiana su tre lamenta alterazioni dell’umore, tristezza e depressione e il 27 per cento irritabilità e aggressività. «Non solo - spiega la professoressa Alessandra Graziottin, direttore del Centro di ginecologia del San Raffaele Resnati di Milano - pesanti sono anche i malesseri che derivano dalla ritenzione idrica (gonfiore nel 35 per cento delle donne, cefalea nel 31 e tensione mammaria nel 20)». Il 35 per cento delle italiane chiede contraccettivi mirati per risolvere questi disturbi che compromettono in maniera significativa la qualità della vita. La nuova pillola è la risposta, poiché grazie al drospirenone e ad una formulazione innovativa, assicura un effetto specifico su questi sintomi. Il farmaco, presentato a Berlino da Bayer Schering Pharma (azienda leader nella contraccezione) e disponibile in farmacia dal 2 febbraio, contiene come altre pillole, 20 microgrammi di estrogeno, l’etinilestradiolo e 3 mg di drospirenone. L’unico ormone in grado di contrastare la ritenzione idrica, l’acne, l’irsutismo e di agire sul sistema nervoso centrale. La nuova formulazione, 24 pillole più 4 di placebo, massimizza in modo ottimale gli effetti positivi.
Luisa Ronchetti