Un ricevimento regale

Carlo Giovanelli

Dopo la solenne celebrazione eucaristica svoltasi nella Basilica di San Paolo, in occasione del Capitolo straordinario dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro e altri ordini dinastici di casa Savoia (tutti i cavalieri e le dame indossavano colorati manti protocollari), il Gran Maestro, principe Vittorio Emanuele, con la consorte principessa Marina e il Gran Cancelliere, principe Emanuele Filiberto con la bella consorte Principessa Clotilde, in dolce attesa, hanno invitato gli amici a un pranzo benefico in favore delle opere caritatevoli degli ordini, nei saloni del prestigioso Circolo della Caccia, a Palazzo Borghese (di cui i reali principi sono anche soci d’onore).
Così, nelle eleganti tavole, collocate nei saloni del prestigioso Circolo, sotto i secolari affreschi, quadri, e dipinti, intorno ai reali principi, sono intervenuti molti esponenti dell’aristocrazia, dell’industria e del mondo diplomatico.
Ad applaudire il discorso di ringraziamento rivolto a tutti gli intervenuti (che con il loro contributo danno la possibilità di realizzare importanti iniziative benefiche) si riconoscevano tra gli altri: la bella principessa Sofia d’Asburgo accompagnata dal consorte Ugo Windisch-Graetz (recentemente insignito dell’ordine supremo della Santissima Annunziata), i principi Czartoryski - cugini del re di Spagna -, gli ambasciatori del Portogallo, del Principato di Monaco, e dell’Italia in Svizzera, la radiosa principessa Emanuela di Borbone, la principessa Fabrizia Borghese e Nicoletta Odescalchi - con splendidi smeraldi -, la veneranda duchessa di Segovia Emanuela di Borbone Dampierre, in nero e bianco, l’ambasciatore di San Marino Enrico Pasquini con, al suo fianco, la frizzante Clara Nasi - che hanno molto sponsorizzato l’evento -, i marchesi Pezzana Caprinica del Grillo, i duchi Niccolò e Marilù Gaetani d’Aragona e Antonino e Nicoletta di Serracapriola, la splendente principessa Mirta Barberini Colonna con la sorella principessa Benedetta, la marchesa Marta Brivio Sforza (giunta da Milano), gli splendidi marchesi Six e Grilla di Canossa (giunti da Monte Carlo), i fedelissimi conti Antonio e Daniela d’Amelio, Agostino e Gemma Guarienti di Brenzone, il principe Giovanni Del Drago, il principe Pignatelli di Monteronduni, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Banco di Roma, Emmanuele Emanuele con la consorte Laura, il delegato per Roma Principe Fabrizio Massimo Brancaccio, la fascinosa Elsa Martinelli, in verde Gai Mattiolo, il brillante Mario d’Urso, la principessa Delfina Massimo Lancellotti, Giampiero Dotti e il principe Orsini col cugino Emanuel.