«Ricostruiamo l'Italia» partendo da Saie 2012»

Il nostro Paese? Una realtà, dal punto vista del patrimonio costruttivo e urbanistico, da riqualificare. A tutto vantaggio - in termini di sicurezza, economia e qualità della vita - dei cittadini, delle imprese e dell'ambiente. E se l'ultimo stimolo a prendere provvedimenti in questo senso è stato un evento drammatico come il recente terremoto che ha colpito l'Emilia, sono sotto gli occhi di tutti altre emergenze ormai non più eludibili, in primis l'inefficienza energetica della maggior parte degli edifici - residenziali, pubblici, industriali e commerciali - che si scontra con un continuo rincaro dei costi dell'energia.
«Ricostruiamo l'Italia» è infatti lo slogan scelto da Saie per l'edizione 2012 - la quarantottesima - in programma nel quartiere fieristico di Bologna dal 18 al 21 ottobre. L'evento sarà in modo particolare dedicato all'efficienza energetica, alle soluzioni, alle tecnologie e ai materiali innovativi ma anche, in un'accezione più ampia del tema della riqualificazione, alle tecnologie per l'ingegneria per l'ambiente e il territorio e al social housing. Sotto la lente di ingrandimento verranno poste sia la riqualificazione dei singoli edifici sia, a scala più ampia, quella di interi quartieri, con particolare attenzione alle periferie. Molto spazio verrà dedicato alle «best practice» e alle dimostrazioni. A Saie 2012 sarà presentato il prototipo abitativo funzionante basato su autosufficienza energetica Med in Italy, un format di abitazione a bassissimo impatto di (progetto della Facoltà di architettura ed economia dell'Università di Roma Tre, Disegno Industriale della Sapienza, Libera Università di Bolzano e Fraunhofer). Si tratta di un'abitazione energeticamente indipendente di 100 metri quadrati di superficie calpestabile e 60 metri quadrati di pertinenza esterna, declinata alle esigenze del clima mediterraneo e ad alta efficienza, realizzabile con ragionevoli costi di costruzione e a bassissimo consumo.
Tre macro-aree declineranno l'impegno di Saie per un «nuovo costruire»: la nuova e innovativa area del Green Habitat, dedicata al risparmio energetico, sostenibilità ed energia e all'urban design con uno spazio per lo sport e la riqualificazione urbana (vedi anche l'altro articolo in questa pagina); la tradizionale grande area dedicata al Cantiere&Tecnologia; la sezione Progetto&Software totalmente dedicata a tutti gli strumenti di misura e ai software, e alle tecnologie per aiutare progettisti e imprese in tutti gli ambiti dell'edilizia. I Focus di Saie 2012 sono invece dedicati a Innovazione e Tecnologie per Ingegneria, Ambiente e Territorio. Il primo presenterà una grande esposizione sul tema dell'innovazione tecnologica nell'architettura e nelle costruzioni, un area dedicate alle università, ai centri di ricerca italiani e stranieri, e una dedicata a prodotti, tecnologie, sistemi e processi innovativi in diversi ambiti. Il secondo focus si concretizzerà nella nuova iniziativa Tecnologie per Ingegneria, Ambiente e Territorio sviluppata da Saie-BolognaFiere, Iat Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio Srl e Alta Scuola con il patrocinio dell'Associazione geotecnica italiana. Le tematiche che verranno affrontate riguarderanno la salvaguardia e riqualificazione del territorio, con particolare attenzione alle tematiche dell'ingegneria civile e geotecnica, della geologia, dell'idrologia e dell'idraulica. Dedicato al tema della riqualificazione ritorna anche il concorso internazionale SAIEselection, riservato agli studenti e ai progettisti under 40. Centinaia di progetti provenienti da tutto il mondo sono stati selezionati da una giuria presieduta dall'architetto Mario Cucinella. A essere premiati saranno i migliori progetti in grado di realizzare interventi di recupero edilizio, rigenerazione urbana e valorizzazione del patrimonio sostenibili con soluzioni, materiali, tecnologie e sistemi innovativi.