Riemergono i resti della Prato romana

Tre fornaci e una strada di età imperiale affiorano nel corso dei lavori preliminari per la realizzazione del nuovo ospedale della città

Riemerge la Prato romana, nel cuore della Toscana. Sono riaffiorati infatti i resti di tre fornaci, appunto di epoca romana, e di una strada dell'età imperiale. Il tutto nel corso dei lavori preliminari per la costruzione del nuovo ospedale della città. Si tratta di un ritrovamento «raro e importante, perché siamo davanti alle uniche fornaci per la realizzazione di laterizi e ceramiche ritrovate nell'area metropolitana fiorentina - spiega Gabriella Poggesi, responsabile degli scavi - In tutta Italia se ne contano un centinaio e poche sono così ben conservate». Ma, forse, c'è di più: a sentire la Soprintendenza Archeologica, queste sarebbero le vestigia di una vera e propria cittadella artigianale dell'età imperiale. Qui si producevano manufatti di argilla, commercializzati grazie alla vicinanza di Prato con la via Cassia. L'ospedale, comunque, verrà portato a termine regolarmente, perché le fornaci si trovano in quella che dovrebbe diventare l'area verde. Si sta pensando, naturalmente, ad attrezzare lo spazio per renderlo visitabile al pubblico. Così chi andrà a trovare un parente ricoverato, potrà ammirare i resti dell'antica Prato.