Rifiuto con Affetto: riciclare al Fuorisalone

Buttare con intelligenza. Publink lancia il cassonetto <em>Rifiuto Con Affetto</em>. Un rivoluzionario modo di riciclare: rimettere in circolazione gli oggetti caduti in disuso salvandoli dalla discarica e dalla distruzione

Milano - Buttare con intelligenza. Publink lancia il cassonetto Rifiuto Con Affetto. Un rivoluzionario modo di riciclare: rimettere in circolazione gli oggetti caduti in disuso salvandoli dalla discarica e dalla distruzione. Il progetto sarà parte del Fuorisalone a Milano presso la Fabbrica del Vapore, in collaborazione con Best UP.

Il cassonetto RCA Chi una volta nella vita non ha detto: "Mi dispiace buttarlo via?". Ciò significa che esiste una tendenza diffusa a gettare nella spazzatura oggetti ancora utilizzabili. Rifiuto Con Affetto rimette in circolazione tali oggetti salvandoli dalla discarica e dalla distruzione: se qualcuno li rifiuta con affetto qualcun altro se ne può riaffezionare. Ciò che è inutile per una persona diventa utile per un’altra. RCA stimola una riflessione sullo spreco e sul gesto quotidiano del "gettare nella spazzatura", mette in evidenza l’importanza di un "rifiuto" critico e consapevole. Il cassonetto RCA Il progetto agisce attraverso il cassonetto RCA. Dotato di ante scorrevoli trasparenti e di interni suddivisi in mensole, permette di posizionare al suo interno gli oggetti "rifiutati con affetto". Attingendo dall’idea di vetrina, si vuole creare una nuova relazione tra l’interno e l’esterno del cassonetto: l’azione del "buttar via" e quella del "rovistare" si trasformano in un "lascia e prendi". Il luogo del “rifiuto” per eccellenza diventa punto di scambio tra oggetti che riacquistano utilità e occasione di incontro tra persone che si "riaffezionano". Posizionato per le strade delle città o negli spazi pubblici, il cassonetto RCA è un armadio pubblico a disposizione di tutti i cittadini.

Gli ideatori Publink è un gruppo artistico formato da: Roberta Bruzzechesse, Maddalena Vantaggi e Maria Zanchi. L'obiettivo del gruppo è indagare le potenzialità del linguaggio dell'arte, esplorando i limiti tra lo spazio pubblico e privato, tra collettività e individuo, nel quotidiano. RCA mira, infatti, a sensibilizzare la cittadinanza ad una nuova abitudine, quella del rifiutare con affetto. Lo studio di una comunicazione specifica per ogni situazione è necessario a trasmettere in maniera efficace gli obiettivi e le modalità di utilizzo del cassonetto. Parallelamente alla diffusione del materiale informativo, si favorirà la creazione di una rete di collaborazioni con le realtà presenti sul territorio che diverranno parte fondamentale nella gestione del progetto.