Rinite allergica, uno spray all'azelastina la spruzza via

La primavera è la stagione della rinasciata, ma anche delle insopportabili allergie e dei fastidi correlati: starnuti continui, nasi gocciolanti, occhi rossi che lacrimano e continuo senso di spossatezza.
In termini scientifici, la rinite allergica è un disturbo sintomatico a carico del naso, indotto, dall'inalazione di allergeni, da una flogosi mediata dalle immunoglobuline di classe E a livello delle membrane mucose nasali.
Non è certo un disturbo grave, ma rappresenta un problema di salute pubblica globale, perchè interessa dal 10 al 25% della popolazione mondiale. Nei Paesi occidentali, 1 bambino su 3 è allergico e la metà di questi potrebbero sviluppare una patologia più seria come l'asma bronchiale. In Italia, si stima che la prevalenza di rinite allergica sia del 33-35%.
La cura si basa prima di tutto sull'allontanamento dell'allergene, ma dal momento che questo non è sempre possibile, altri approcci terapeutici comprendono i vaccini e la terapia farmacologica, che si fonda sostanzialmente sull'uso di antistaminici, come farmaci sintomatici, sui corticosteroidi per via nasale, sui cromoni, sempre per via nasale, e sugli antileucotrieni.
Tutti questi farmaci non hanno una lunga durata d'effetto dopo la sospensione, per cui il trattamento, nelle forme persistenti, deve essere mantenuto nel tempo.Ora Gsk mette a disposizione di tutti gli allergici un nuovo alleato: Rinazina Antiallergica, un antistaminico spray che si assume per via nasale a base di azelastina.
Numerosi studi clinici hanno dimostrato che la azelastina sottoforma di spray nasale riduce significativamente tutti i sintomi dell'allergia: dalla rinorreaa al prurito nasale, dagli sternuti al prurito e lacrimazione oculari. L'Azelastina ha dimostrato, infine, efficacia, seppure in modo più variabile, anche sulla congestione nasale.
Da domenica 21 aprile, infine, è attivo il servizio «Meteo Pollini»: cinque volte al giorno, TGcom24 fornisce tutte le notizie più recenti sul pericolo pollini e gli utenti di www.meteo.it potranno trovare, nella sezione «Speciale Pollini», tutte le informazioni utili sull'allergia.