Risparmiare grazie al telefono e al pc di casa

Il telefono affianca il pc quando si decide di scegliere un mutuo on-line. Infatti le banche e i broker mettono a disposizione un numero verde dedicato ai clienti che hanno bisogno di assistenza per scegliere la banca con le offerte più vantaggiose (nel caso ci si rivolga a un broker telefonico), per compilare preventivi o semplicemente per sapere se si hanno i requisiti affinché la pratica vada a buon fine.
Si possono seguire due strade: o affidarsi a un intermediatore o contattare direttamente la banca. In ogni caso chi risponde al telefono non è un semplice addetto al call center, ma un consulente competente ed esperto che seguirà anche la pratica di istruttoria. In fase preliminare già per telefono egli è in grado di compilare il preventivo con i dati del richiedente (informazioni anagrafiche, reddito), la somma richiesta, la durata del mutuo. In pratica il consulente compie le operazioni che il cliente potrebbe fare direttamente sul pc. Se si decide di passare tramite il broker si ha la possibilità di avere più alternative perché, nel giro di pochi secondi viene stilata una classifica delle offerte che potrebbero soddisfare le richieste inserite. Se non sia ha tempo di stare al telefono, si possono lasciare i dati e il numero di telefono per essere richiamati una volta che il preventivo è pronto. Il richiedente che si affida al broker ha la possibilità di scegliere tra più opzioni reimpostando eventualmente parametri e preferenze anche su consiglio del consulente stesso. Chi si affida alla banca ha meno probabilità di trovare una soluzione ad hoc. Se invece l’istituto accetta in prima battuta le richieste del cliente a quel punto invierà la documentazione cartacea necessaria per avviare la pratica di istruttoria. I fogli devono essere letti, firmati e restituiti con i documenti che certifichino i dati comunicati durante la fase di preventivo. Se si è passati dall'intermediario sarà questo che stilerà la lista dei documenti necessari da inviare alla banca, controllando che ci siano tutti e che siano corretti. Una volta raccolti li inoltrerà alla banca scelta e uscirà di scena. Da questo momento in poi, infatti, sarà l’istituto erogante a contattare direttamente il cliente, provvedendo all'invio dei moduli da compilare e a seguire tutta la fase burocratica, come la spedizione e il controllo dei moduli compilati, la scelta del notaio e l’appuntamento per l’accensione del mutuo.
In alcuni casi l’intermediario fa anche le veci dell’istituto di credito, qualora questo sia solo virtuale (Ing Direct, Woolwich, GMoneyBank). Il cliente non percepisce che il consulente dell’istituto e quello dell’agenzia di intermediazione sono la stessa persona. In questa circostanza, infatti, la gestione della pratica di istruttoria viene data in outsourcing dall’istituto stesso e in genere al momento dell’accensione del mutuo non è presente il rappresentante della banca, le cui funzioni vengono svolte dal notaio. Infatti, una volta fissato l’appuntamento, l’istituto provvede a inviare i fogli necessari al perfezionamento dell’atto direttamente al notaio che procederà regolarmente nello svolgimento delle sue funzioni.
\