Rivas e Jimenez: ora sono 17 i sudamericani dell'Inter

Si allarga la già consistente colonia latino-americana nerazzurra con
due new entry: il centrocampista cileno Luis Antonio Jimenez, 23 anni e
il 25enne difensore colombiano Nelson Enrique Lopez Rivas

Si allarga la già consistente colonia latino-americana dell’Inter con due new entry: il centrocampista cileno Luis Antonio Jimenez, 23 anni e il 25enne difensore colombiano Nelson Enrique Lopez Rivas. Ora sono ben 17 i «latinos» nella rosa a disposizione di Roberto Mancini. «Sono giovani molto bravi e interessanti», ha spiegato Gabriele Oriali. Jimenez era fra gli obiettivi di mercato dell’Inter già da tempo. «Anni fa ci sono stati dei contatti ma mai come nel corso dell’ultima stagione. E ho fatto di tutto per essere qui», ha detto il cileno, arrivato in prestito con diritto di riscatto dalla Ternana, che ha firmato con l’Inter un contratto di un anno con opzione per altri tre. L’anno scorso alla Lazio e prima alla Fiorentina, Jimenez si candida per un posto in questa Inter 2007-2008 a trazione anteriore: «Mi sento bene quando gioco dietro le punte, ma in Italia ho ricoperto tanti ruoli nella fase offensiva, tranne quello di punta centrale. E comunque mi adatterò a quello che mi chiederanno di fare con la massima disponibilità». Rivas invece arriva dall’esperienza argentina con tanto di soprannome che dice tutto, Tyson. «Sono arrivato al River Plate per le mie qualità principali, il fisico e la velocità, e hanno iniziato a chiamarmi così», ha spiegato il colombiano, arrivato in Italia anche su consiglio del connazionale Ivan Cordoba. Ma per l’Inter dei tanti stranieri ora si pone il problema dei tre italiani nei 25 della lista da consegnare all’Uefa: Materazzi, il terzo portiere Orlandoni e uno tra Toldo e Andreolli (se resteranno) o i giovani Balotelli, Bolzoni e Puccio.