Rivolta contro il Barcellona bloccato da scioperi e neve: giocate lo stesso

La squadra catalana ha chiesto un rinvio a domani della partita con l'Osasuna per raggiungere con più comodità Pamplona, sede della sfida. Si sono scatenati i quotidiani vicini al Real. La federazione spagnola vuole confermare il match

Bufera sul Barcellona. Il 5-0 inflitto al Real Madrid ha provocato meno sconvolgimenti e risentimenti di quanti ne sta provocando l'idea che la squadra di Guardiola possa rinviare la partita con l'Osasuna per il maltempo e lo sciopero dei controllori di volo. Il match, in programma oggi alle 20 a Pamplona, era stato rinviato a domani alle 17. Ma ora fonti della federazione spagnola dicono che si svolgerà regolarmente. Insomma niente aiutini, per un programma di viaggio comunque sbagliato. E chissà che la rabbia per la cinquina rifilata al Real non abbia giocato contro. I campioni di Spagna abituati a spostarsi in trasferta nel giorno stesso della partita, stamattina non sono riusciti a decollare per lo sciopero dei controllori di volo.
Il club catalano ha chiesto alla federazione (Rfef) lo slittamento della partita, evitando così l'odierno viaggio complicato. La squadra allenata da Pep Guardiola aveva previsto di muoversi con relativa calma: in treno fino a Saragozza e poi in pullman fino a Pamplona. Il trattamento riservato ai campioni ha scatenato polemiche roventi in un weekend in cui molte squadre sono costrette a spostarsi con enormi difficoltà. I quotidiani "Marca" e "As", tradizionalmente vicini al Real Madrid, hanno subito dato ampio risalto alla vicenda e hanno amplificato le parole che Juanfran, giocatore dell'Osasuna, ha pubblicato sulla propria pagina di Twitter: «È una vergogna». I giornali poi ricordano che ad aprile, a causa di uno sciopero nel settore aereo, il Barcellona ha viaggiato in pullman fino a Milano per affrontare l'Inter nella semifinale di andata della Champions League.
Stavolta, invece, gli azulgrana hanno puntato i piedi. Nelle frenetiche ore, a quanto pare, l'Osasuna non è stato coinvolto nei colloqui. Il club di Pamplona ha fatto gli straordinari per rendere agibile il terreno di gioco dello stadio Reyno de Navarra dopo le nevicate degli ultimi giorni: 15 addetti, con l'ausilio di 4 macchine speciali, hanno rimosso uno strato di 8-10 centimetri di neve. E forse la spunterà la frangia di quelli che protestano e vogliono vedere il Barcellona in difficoltà. Almeno fuori dal campo