Robur è Ecologia, Economia ed Efficienza

«E3» è il sistema di riscaldamento con pompa di calore ad assorbimento a gas

Efficienza, Economia ed Ecologia. Come dire, «E» elevata al cubo. Come dire E3, il nome del nuovo sistema di riscaldamento con pompa di calore ad assorbimento a gas targato Robur, in grado di abbattere i consumi energetici del 50%. Un sistema classificato in tripla classe A, che equivale a dire minimo impatto ambientale, minimi consumi energetici e massima resa. Se si considera che l'80% dei consumi energetici delle famiglie europee è oggi destinato al riscaldamento, e quanto le risorse energetiche si riducano, diventa un fattore chiave garantire sistemi di riscaldamento altamente efficienti che, grazie alle loro performance, siano rispettosi dell'ambiente, delle risorse e degli uomini.

In questa ottica soluzioni come quelle proposte da Robur rientrano tra quelle da scegliere per la qualificazione energetica degli edifici nuovi o per la riqualificazione di immobili vecchi e da ristrutturare, in quanto completamente integrabili all'interno di impianti di riscaldamento tradizionali e nuovi, grazie al nuovo sistema elettronico di controllo dell'intero impianto. L'efficienza garantita è pari o superiore al 170%, grazie all'utilizzo di energia rinnovabile, dimezzando così i consumi di energia e le emissioni inquinanti prodotte e grazie a una serie di dispositivi di supporto.

E3 è adatta sia al condominio che all'abitazione indipendente di dimensioni medio-grandi, ma anche a strutture più complesse come gli alberghi. «La novità che presentiamo si inserisce in un momento in cui il valore degli immobili comincia ad avere un collegamento diretto con le prestazioni termiche degli impianti di riscaldamento - spiega Luigi Tischer, direttore operativo di Robur -: con un piccolo investimento è possibile ottenere un considerevole miglioramento delle apparecchiature, con un salto di qualificazione energetica degli edifici e un conseguente aumento del valore dell’immobile».

Nei prossimi anni in Italia ci si aspetta un profondo cambiamento del ramo immobiliare, lo stesso che in passato si è verificato con gli elettrodomestici e che vedrà un innalzamento degli standard qualitativi sia da parte dei costruttori che degli utenti finali. Basta dare un'occhiata nei negozi di elettrodomestici anche della grande distribuzione: non si trovano già più in commercio frigoriferi o lavatrici di classe energetica B.

Un discorso applicabile in un prossimo futuro al mondo immobiliare. I nuovi edifici dovranno essere dotati, per legge, di sistemi di riscaldamento a basso consumo e a ridotto impatto ambientale. Di conseguenza, un edificio in classe superiore varrà molto di più di uno a efficienza energetica bassa o nulla e l'utente finale, nel momento in cui si troverà a dover comprare o vendere un immobile, vorrà quindi garantire o essere garantito da un livello elevato di prestazione energetica dell'edificio.

«Bisogna dire, inoltre, che gli investimenti necessari per migliorare il rendimento energetico di un edificio sono particolarmente onerosi e a volte difficilmente misurabili in termini di risultati se applicati alla struttura esterna - continua Tischer -; quando si interviene sull'impianto termico è invece più rapido e puntuale il calcolo del ritorno sull'investimento, avendo in mano costi certificabili e precisi. Ed è in questo ambito che si inserisce la tecnologia della soluzione per il riscaldamento E3. I conti sono presto fatti e l'edificio sale rapidamente nella classificazione energetica: installando un sistema come questo un immobile appartenente alla classe C passa automaticamente alla classe A».

Disponibili sia nella versione geotermica che ad aria, le pompe di calore Robur rispondono alle esigenze di riscaldamento e climatizzazione, senza gravare sulla rete di distribuzione elettrica e risultando così a black-out free technology, dotate cioè di una tecnologia che le continua a far funzionare anche in caso di black-out elettrico.