Roma, Caravaggio in mostra alle Scuderie del Quirinale

"Una mostra condannata a riscuotere un grandissimo successo". E' il
commento del direttore generale per la valorizzazione del patrimonio
culturale del Mibac Mario Resca sulla grande rassegna dedicata a
Caravaggio, che si apre questo weekend

Roma - "Una mostra condannata a riscuotere un grandissimo successo". E' il commento del direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale del Mibac Mario Resca sulla grande rassegna dedicata a Caravaggio, che si apre questo weekend (sabato e domenica) alle Scuderie del Quirinale. Un evento destinato a superare tutti i record, aggiunge la curatrice (con Francesco Buranelli) e soprintendente del Polo museale romano Rossella Vodret, forte delle migliaia di prenotazioni arrivate all'organizzazione.

Sabato saranno 2.500 i visitatori che faranno la fila, domenica 2.300. Presentata oggi alla stampa, l'importante esposizione presenta "il vero Caravaggio, quello puro e sicuro", ha spiegato il direttore dei Musei Vaticani e presidente del Comitato scientifico delle Scuderie Antonio Paolucci, che ha ricordato che l'idea della rassegna sia di Claudio Strinati. "Una scelta temeraria", in quanto offre al pubblico il Caravaggio dei manuali di scuola, con i capolavori più famosi, storicamente attribuiti al maestro lombardo ed eccezionalmente concessi in prestito dai musei di tutto il mondo. Con questo evento "tutta Roma diventa un museo caravaggesco", ha detto l'assessore alla cultura Umberto Croppi, ricordando che saranno attivati per la durata della mostra diversi itinerari cittadini per conoscere le 15 opere di Michelangelo Merisi custodite in chiese e palazzi (tra cui villa Ludovisi), che non sono state spostate alle Scuderie proprio per farle ammirare nel loro originario