Roma Tre: addio foglietti Ora la bacheca è elettronica

Il preside di Lettere e Filosofia ha curato il progetto con il professor Gamaleri

Lucia Resta

Studenti come passeggeri nei corridoi dell’università simili a quelli di una stazione o un aeroporto. I ragazzi della facoltà di Lettere e Filosofia di Roma Tre saranno aiutati a orientarsi tra le lezioni, gli esami e le iniziative culturali dell’università grazie a un sistema di monitor che ricordano quelli che indicano le partenze e gli arrivi dei treni e degli aerei.
In collaborazione con l’amministrazione centrale dell’ateneo, il preside Vito Michele Abrusci ha curato un progetto di informazione multimediale realizzato dal professore Gianpiero Gamaleri, delegato per la progettazione del sistema informativo della facoltà, e da Paolo Cursi, responsabile dell’area telecomunicazioni dell’ateneo, con il supporto tecnico di Enterprise Digital Architects.
Gli studenti avranno a disposizione delle vere e proprie bacheche elettroniche che forniranno loro informazioni di vario tipo: orari di lezioni ed esami con eventuali variazioni, comunicazioni sul ricevimento dei docenti e sulle attività culturali e scientifiche dell’ateneo, tutto aggiornato in tempo reale. In più saranno trasmesse le immagini della televisione degli studenti University Tv, che manderà in onda a rotazione i servizi realizzati ogni giorno dalle otto redazioni tematiche.
Nell’ingresso della facoltà e nell’atrio della palazzina B sono state allestite alcune postazioni con sistema integrato di monitor da 42 pollici, mentre nel bar e nel corridoio della facoltà sono stati installati monitor da 65 pollici, che consentono una migliore visibilità e si adattano alle dimensioni degli ambienti in cui sono stati collocati.
Il nuovo sistema informativo multimediale è da considerare ancora sperimentale e quindi aperto a ogni modifica e miglioramento. In particolare, si aspettano suggerimenti dagli stessi studenti: sono state poste accanto a ciascuna postazione delle cassette per raccogliere le osservazioni, le proposte, gli apprezzamenti e le critiche degli stessi utenti.
Oltre al vantaggio della velocità, il progetto consentirà un risparmio di carta e di tempo, arrivando direttamente al destinatario, anche se, almeno per i primi tempi, la comunicazione cartacea sarà ancora, dice il professor Gamaleri, «un rinforzo utile per accompagnare questa fase di passaggio verso una comunicazione sempre più moderna e innovativa».
Il preside Abrusci è entusiasta del nuovo sistema informativo che, dice, «accompagnerà nel 2006 il processo di rinnovamento della didattica nel quale saranno coinvolti nelle loro responsabilità tutte le componenti della facoltà, e affiancherà altre iniziative per la crescita del prestigio culturale della terza università di Roma».