Rush finale, sul sito di Varazze la spunta Vitelli

Accordo di massima tra il liquidatore Federico Galantini e il gruppo Azimut-Benetti di Paolo Vitelli per l’acquisizione dello stabilimento Baglietto di Varazze. L’ammontare dell’operazione si aggira sui 4,4 milioni di euro

Accordo di massima tra il liquidatore Federico Galantini e il gruppo Azimut-Benetti di Paolo Vitelli per l’acquisizione dello stabilimento Baglietto di Varazze. Era la conclusione più logica di un tira e molla noioso, conclusione auspicata anche dalle istituzioni locali e dai 29 dipendenti del sito di Varazze da due anni in cassa integrazione. I termini della trattativa, che dovrebbero essere ufficializzati nei prossimi giorni, prevedono che il cantiere venga acquisito al 100% dal gruppo di Vitelli, proprietario del porto turistico Marina di Varazze e concessionario della darsena degli stessi cantieri ex Baglietto. L’ammontare dell’operazione si aggira sui 4,4 milioni di euro. Il contratto d’affitto di competenza del demanio sarà rinnovato per 19 anni alla scadenza naturale del febbraio 2014. Paolo Vitelli ha confermato l’intesa di massima con il liquidatore.