Arredo-casa, 40mila visitatori ai Saloni WorldWide Moscow

Successo per l'edizione del decennale della manifestazione che ha portato nella capitale russa l’eccellenza della produzione e del design. Roberto Snaidero: "Nonostante le tensioni economiche e geopolitiche, la fiera si è confermata l’evento di riferimento per l’arredo italiano in Russia e nelle ex Repubbliche sovietiche grazie a un'offerta completa, contatti di alta qualità ed elevato livello di business"

Si è chiusa con 40.483 operatori e giornalisti registrati la decima edizione dei Saloni WorldWide Moscow che dal 15 al 18 ottobre scorso ha confermato il grande interesse da parte del pubblico moscovita per la manifestazione, riferimento per il settore casa-arredo del mercato russo e dei Paesi del suo bacino geo-politico.

I 526 espositori (454 italiani e 72 stranieri provenienti da Australia, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Repubblica Ceca, Portogallo e Spagna) hanno portato al Crocus Expo-2 della capitale russa l’eccellenza della produzione e del design, dagli arredi agli imbottiti, dagli apparecchi per l’illuminazione alle cucine, mobili da ufficio, complementi, arredo-bagno, tessile e rivestimenti. Ed è stato un successo pieno perché, nonostante la grave crisi in Ucraina, i visitatori hanno affollato i padiglioni.

"Sono molto soddisfatto di come sono andati i Saloni WorldWide – sottolinea Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo -. Nonostante le tensioni economiche e geopolitiche, la fiera si è confermata l’evento di riferimento per l’arredo italiano in Russia e nelle ex Repubbliche sovietiche grazie a un'offerta merceologica mirata e completa, contatti di alta qualità e un elevato livello di business".

Sempre interessante l’appuntamento con la manifestazione dedicata ai giovani designer: il SaloneSatellite WorldWide, con i suoi 44 studenti provenienti dalle migliori scuole di design della Russia e dei Paesi delle ex Repubbliche sovietiche e dei Paesi Baltici. Grande risonanza anche per le Master Classes organizzate in collaborazione con Ice, l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, per ciascuna delle quali si è registrata la presenza di oltre 200 partecipanti. I protagonisti di questa edizione – gli architetti Marco Romanelli, Riccardo Blumer e Mario Cucinella, moderati dalla giornalista e critica di design Olga Kosyreva – si sono confrontati sui temi del design e dell’architettura, ciascuno raccontando la propria esperienza e il proprio lavoro.