Sandokan e il Corsaro nero ora sono pirati dell’ecologia

Il rispetto della natura è uno dei temi dominanti alla Fiera del libro per ragazzi, che si apre sabato a Bologna

La voglia di avventura e di novità serpeggia alla Fiera del Libro per ragazzi di Bologna che quest’anno compie 43 anni e che offre, con 1200 espositori provenienti da 64 Paesi, una panoramica ineguagliabile sulla produzione editoriale e multimediale di tutto il mondo. Accanto, ma non più sovrapposta, la parallela manifestazione di «Docet», alla quarta edizione, rivendica il proprio spazio di momento privilegiato per incontri legati alla scuola, alla didattica e ai risultati più commerciali del settore.
Salgari e Mozart: che cosa può accomunare mondi tanto lontani? L’avventura come movimento, incantesimo dell’ignoto, proiezione in viaggi oltre i limiti della realtà quotidiana; di contro l’avventura interiore come ricerca di sé, impalpabile dimensione dello spirito che accomuna grandi e bambini e che soltanto la musica riesce a penetrare completamente. Non a caso la Fiera, nel 250º anniversario della nascita di Mozart ha aggiunto una speciale sezione, «Words and Music», dedicata a libri di divulgazione musicale, tra i quali spicca Piano Piano di David Cali e Eric Heliot (ed. Sarbacane), che ha avuto la menzione speciale.
«Molte storie che piacciono ai ragazzi - spiega Beatrice Masini, scrittrice ed editor della Fabbri - sanno di vento, mare, isole deserte e spazi ignoti, di duelli e inseguimenti alla James Bond, avventure rivisitate, un po’ moderne e un po’ antiche, come nella lotta senza quartiere tra cavalieri bianchi e neri raccontata da Rick Yancey in Le straordinarie avventure di Alfred Kropp». Ugualmente fuori dagli schemi tradizionali il primo volume della serie «La Compagnia dei serpenti» di Giulio Leoni, Il deserto degli spettri, che parte da un mistero storico e racconta vicende losche e incredibili «con una scrittura naturale che rispecchia il linguaggio e la psicologia dei ragazzi», come sottolinea Fiammetta Giorgi, della Mondadori. A questo si aggiunge un altro gruppo di ragazzi specializzati in misteri, «Tiger Team», dal nome della collana ideata dall’austriaco Thomas Brezina (De Agostini). E ancora misteri cinesi da risolvere sono raccontati nel secondo romanzo di Lisa Bresner, Loto-Ly e il Cavaliere-Senza-Volto (Motta, illustrazioni di M. Truong). Ne Il grande libro degli SGNUK di Guido Sgardoli (Giunti Junior) l’avventura si coniuga con l’umorismo, offrendo una visione sovvertita della realtà. Persino il simpaticissimo Geronimo Stilton adatta a sua misura L’isola del tesoro di Stevenson (Piemme Junior).
Ma torniamo a Salgari. Anche per Fulco Pratesi è l’eroe dell’infanzia. Ecco perciò la sua scelta di rivivere in chiave naturalista le avventure di Sandokan e di Yanez sullo sfondo della giungla popolata da animali feroci ma certamente meno truci nella realtà, come mostrano i suoi pittoreschi disegni (Nella giungla di Sandokan, ed. Gallucci). Per restare in tema, Marzia Corraini annuncia la prossima uscita di Jolanda, la figlia del Corsaro Nero, in edizione integrale con le scintillanti illustrazioni di Gianluigi Toccafondo.
La volontà di ricerca e rinnovamento investe non soltanto la narrativa ma anche i libri-gioco per piccolissimi, dove l’invenzione è inesauribile, nonché gli albi illustrati tra i quali si distinguono La vera storia della Pantera Rosa disegnata da Art Leonardi (Gallucci), Una bambina coraggiosa di Maurizio A.C. Quarello (Bohem), le storie dell’editrice Nord-Sud e la breve fiaba di Moni Ovadia Il Principe e il Pollo (Emme). «Gli occhi dei bambini - avverte Carla Poesio, signora dell’editoria per ragazzi - vedono in modo diverso da quelli degli adulti e questa sorta di movimento, capovolgimento degli schemi tradizionali coinvolge sia le fiabe classiche, come si può vedere in Cappuccetto Oca di Roberto Denti (Piemme), sia il genere fantasy, di cui un esempio è L’armata Sgangherata, secondo volume delle “Cronache di Illmoor” di David Lee Stone (Disney, Buena Vista)».
Oltre a questo, la Fiera propone un chiaro richiamo a riscoprire i ritmi lenti della natura e a rispettare gli animali nella loro diversità. Fulminante a proposito è il romanzo Lupo siberiano di Alver Metalli (Salani), dallo stile da realismo magico e un po’ surreale. È una metafora chiara e severa contro chi vuole sovvertire le leggi della natura, ma anche un atto d’accusa contro l’incapacità dei genitori di porre limiti precisi alle richieste dei loro figli. E l’attenzione agli adolescenti è uno dei motivi conduttori della Fiera, che affronta le ansie e le domande dei giovanissimi. A proposito, tra le nuove collane, «Teens» di Fanucci è rivolta ai ragazzi che, usciti dall’infanzia, annaspano alla ricerca della verità su sé stessi e sui propri sentimenti. Fra i titoli, A piedi nudi, a cuore aperto di Paola Zannoner, storia di un amore impossibile tra una ragazza italiana e un giovane palestinese.
«Tutti cercano - spiega Donatella Ziliotto, scrittrice e creatrice nella Salani della fortunata serie degli “Istrici” e dei “Criceti” - il famoso librone che si dovrebbe rivelare il bestseller dell’anno. Ma non lo trovano perché in realtà non c’è. Gli autori sono tanti, la produzione di libri procede a ritmi sostenuti ma forse converrebbe fermarsi un po’ e riflettere. Certo, non mancano romanzi di valore, tra questi Tu non mi capisci di David Class, fuori collana, un romanzo senza età come dovrebbero essere tutti, perché in effetti ciò che conta è rimanere giovani sempre».