Sanremo, la dg Lei avverte Celentano"Prevalgano buon senso e correttezza"

Quarta serata del Festival, con i duetti dei big. Ma l'attesa è tutta per il nuovo show di Celentano, che si esibirà sabato sera. Sabrina Ferilli canta con Morandi.<strong> VIDEO <a href="http://www.ilgiornale.it/video/formigoni_celentano_spegnete_tv/id=forcaf... target="_blank">Formigoni: Celentano? Spegnete la tv</a></strong> <strong><strong><strong>FOTO <a href="http://www.ilgiornale.it/fotogallery/ivana_mrazova_palco_delariston/id=3... target="_blank">Ivana Mrazova</a> - <a href="http://www.ilgiornale.it/fotogallery/federica_pellegrini_festival_sanrem... target="_blank">Federica Pellegrini</a> -</strong></strong></strong><strong><a href="http://www.ilgiornale.it/fotogallery/belen_super_sexy_si_dimentica_slip/... target="_blank">Lo spacco di Belen</a></strong>. <span style="color: #ff0000;"><a href="http://www.ilgiornale.it/sanremo_2012/speciale-id=140-tipo=110-rss=0" target="_blank"><span style="color: #ff0000;"><strong>VAI ALLO SPECIALE SANREMO 2012  <br /></strong></span></a></span>

Anche quando non c'è fa parlare di sé. E' la sua specialità. Oggi Adriano Celentano, vero protagonista di Sanremo, ha fatto un'ora di prove, come al solito blindate per non far trapelare nulla. Dopo l'esordio di martedì, con gli attacchi pesanti rivolti alla Chiesa, ai giornali cattolici e alla Consulta (oltre che al critico tv Aldo Grasso), Celentano ha provato la sua performance per la serata finale del festival. Oltre al "monologo" dovrebbe cantare due pezzi del suo nuovo album e un vecchio cavallo di battaglia, accompagnato, quest'ultimo, da Morandi.

All'Hotel Globo di Sanremo c'è uno studio-tv che all'occorrenza il Molleggiato potrebbe utilizzare, a sorpresa, per intervenire in qualsiasi momento, se vuole. Anche stasera. Ma non c'è nulla di programmato. Vedremo...

Cosa dirà nel monologo?

Ovviamente non trapela nulla su ciò che Celentano dirà sabato sera. Guai a rovinare la sorpresa. I "monologhi" non vengono provati all'Ariston e, a quanto risulta, persino il "gobbo" con il testo scorrevole e il tecnico che materialmente inserisce le parole Celentano se li è portati da casa. Così il top secret è a prova di bomba. Una delle domande che aleggiano è se Celentano correggerà, o meno, il suo duro attacco rivolto alla stampa cattolica (Avvenire e Famiglia cristiana).

La Lei: auspico buon senso

Il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, auspica che "il buon senso e la correttezza prevalgano nelle ultime due serate" del festival di Sanremo "e che non sia necessario, al termine del Festival, procedere ad iniziative conseguenti a violazioni contrattuali. L'edizione del Festival 2012 - afferma Lorenza Lei in una nota- è stata chiaramente costruita anche sulla presenza di Celentano. Si è trattato dunque di una scelta maturata - come previsto dalle procedure interne - sulla base di una convinta richiesta della Direzione artistica e della Rete con assunzione dei rischi legati all'imprevedibilità dell'artista al quale l'azienda ha accordato fiducia, come accade per tutti quelli che vanno in diretta, Paolo e Luca compresi confidando nel rispetto dei patti negoziali che invece purtroppo non sempre sono onorati".

Emozioni nella quarta serata

Ha stupito, all'inizio dello show, l'esibizione di Simona Atzori, ballerina nata senza braccia. Rocco Papaleo ancora una volta si è presentato con valigia e loden, nel ruolo di "conduttore tecnico", scimmiottando il premier Monti. Dopo qualche battuta sull'Europa e la Germania, il comico ha fatto indossare il loden anche a Morandi e si è divertito a far ripetere al pubblico una frase-tormentone: "Alza lo share, abbassa lo spread". Anche se, fino ad ora, l'unico a far alzare lo share è Celentano.

Morandi canta con la Ferilli

Sabrina Ferilli si è esibita in un duetto, con Morandi, sulle note di Rugantino ("Roma nun fa la stupida stasera"). Poi un'intervista che non lascia il segno, seduti sui gradini del palco. Gli spettatori di Sanremo di sicuro l'avrebbero preferita come "valletta-presentatrice" al posto della bella statuina Ivana Mrazova.

Ovazione per Alessandro Siani

La crisi, lo spread, l'Europa, Monti ma soprattutto il Sud e Nord. Alessandro Siani, protagonista di "Benvenuti al Sud", incassa la standing ovation del Teatro Ariston con un monologo che si conclude con un inno all'Italia unita. Il comico napoletano scatena applausi a scena aperta, con una raffica di battute. Alcune sembrano riciclate, ma la risata è comunque assicurata. Finale patriottico - per qualcuno sicuramente retorico - recitato a cavalcioni su una barca: perché "l'Italia è come il mare, è indivisibile" e "nord, sud, siamo sulla stessa barca, siamo un grande popolo, siamo italiani".