«Sarò in Tv con la Talpa ma non sfido Simona»

Scontro a distanza tra la Ventura su Raidue con «L’Isola dei famosi» e l’ex marito su Italia Uno. Il calciatore a «Gente»: «Non c’è paragone»

Laura Rio

Comunque, sa rimettersi in gioco. E in che modo: affrontando l’ex moglie sul suo stesso terreno: il reality. Per uno che per anni è stato chiamato «il signor Ventura» non deve essere stata un decisione facile. Stefano Bettarini ha lasciato tutti un po’ sgomenti: o ha grande fegato o agisce con incoscienza. Oppure ha semplicemente capito come funziona il circo della Tv: tanto rumore, tanta fama, tanti soldi. La notizia è trapelata nei giorni scorsi: sarà l’inviato della Talpa, il reality traslocato dalla Rai su Italia Uno, in onda dal Kenia dal 20 settembre. Il calciatore non sarà in diretta concorrenza con l’ex moglie, ma i confronti in autunno si sprecheranno. Al mercoledì (dal 28 settembre), su Raidue Simona Ventura guiderà la fortunatissima Isola dei famosi; al martedì, sulla Tv concorrente, Bettarini seguirà le imprese dei concorrenti-investigatori della Talpa (con la conduzione in Italia di Paola Perego). Una sfida tutta da gustare!
Il calciatore è avvezzo alle prove dure. Negli ultimi due anni ha affrontato di tutto: squalifica per calcio scommesse, rottura del matrimonio con Simona (con tutto lo scandalo annesso e il turbinio di foto e gossip sui settimanali), e infine crisi professionale (dopo la stagione con il Parma è rimasto senza contratto). Con tutto questo alle spalle - si sarà chiesto - che sarà mai inventarsi uomo di tv, prendere in mano un microfono e piazzarsi davanti a una telecamera? Del resto lo ha visto fare per anni dalla sua Simo. Infatti, in un’intervista che Gente pubblica domani in esclusiva, Stefano non si mostra impaurito per l’arduo compito che lo attende. «Il paragone fra me e Simona, televisivamente parlando, non tiene - spiega -. È come se lei venisse a giocare contro la mia squadra: Simona in tv è una fuoriclasse. Lei sta sul piccolo schermo con successo ormai da tanti anni mentre io comincio adesso. Sto imparando un mestiere nuovo. E poi non ho nessuna ambizione di sfidare la madre dei miei figli. È la mamma di Giacomo e Niccolò e io la difenderò sempre».
Tra l’altro, il calciatore ci sta prendendo gusto. Sembra che potrebbe partecipare al programma che Mediaset (ora che ha i diritti in chiaro per la serie A) sta studiando per fare concorrenza a Quelli che.... e che andrebbe ancora su Italia Uno. In questo caso i due ex coniugi sarebbero in concorrenza diretta.
Sui motivi che lo hanno portato a scegliere la Tv, il calciatore racconta: «La proposta della Talpa è arrivata proprio quando avevo deciso di rinunciare a giocare e di ricostruire la mia vita professionale. Come spesso mi è accaduto, ho chiesto consiglio in famiglia prima di accettare». Lui avrebbe preferito continuare con il calcio, ma ha rinunciato quando dal Parma non gli è arrivata alcuna proposta. (ma possibile che non ci fosse uno straccio di squadra di serie B a volerlo?) E continua: «Una sera siamo stati a cena tutti insieme: papà, mia sorella Simona, mia madre Nice e io per discutere sul mio avvenire. È stata mia madre a tagliare corto: “Oh, via Stefano, se è destino che tu vada, vai!”. Mi ha aiutato anche il fatto di lavorare con Paola Perego, una donna equilibrata che conosce bene il calcio e la tv».
Bettarini non può esimersi dal parlare della sua vita privata. «Oggi il mio cuore è libero perché la ferita della mia separazione da Simona non si è rimarginata. È presto perché io possa dire un’altra volta ad una donna: eccomi, stiamo insieme, costruiamo una famiglia». E, sulla dolorosa rottura tra lui e Simona, ricorda: «Lei mi ha fatto sapere che voleva separarsi mandandomi una lettera dal suo avvocato. Confesso: non l’ho digerita e sono ancora molto ferito. Ma Simona resta la donna che ho amato di più nella mia vita».
Di famiglie disastrate sentiremo molto parlare nei reality d’autunno: Al Bano sarà nel cast dell’Isola dei Famosi, insieme alla figlia Romina jr. e dopo aver criticato per mesi la compagna Loredana proprio per aver partecipato alla Fattoria.