Sci, da Bormio a Lienz è doppio flop azzurro

Innerhofer 14° in discesa, Moelgg decima in slalom in Austria

Tutto storto, o quasi. L'Italsci non raccoglie nulla nel doppio appuntamento di Coppa del Mondo tra Bormio e Lienz. Nella discesa libera maschile disputata sulla pista Stelvio, gli azzurri sono naufragati lontano dalle zone nobili della classifica. Il migliore è stato Christof Innerhofer: il vincitore della gara dello scorso anno, penalizzato dalla visibilità non ottimale, oggi è arrivato 14° al traguardo con un ritardo di 2 secondi tondi tondi dal vincitore. A trionfare è stato lo sloveno Andrej Jerman, favorito d'obbligo dopo le eccellenti prestazioni fornite nelle prove dei giorni scorsi. Jerman si è imposto in 2'00"32 lasciandosi alle spalle lo svizzero Didier Defago e l'austriaco Michael Walchhofer. La gara è stata caratterizzata dalla squalifica di Mario Scheiber. L'austriaco, secondo al traguardo, è stato escluso dalla classifica finale: ha utilizzato scarponi non conformi al regolamento e ha visto sfumare così un risultato prestigioso. Nella classifica generale di Coppa del Mondo cambiamenti al vertice: lo svizzero Carlo Janka, 11°, si porta al comando con 577 punti e ora precede di 12 lunghezze l'austriaco Benjamin Raich. Cuche, invece, con 251 punti è il leader della classifica di specialità.
MALE ANCHE LE DONNE Poche soddisfazioni per i colori azzurri anche sulle nevi austriache di Lienz. Lo slalom femminile si è trasformat in uno show della beniamina di casa, Marlies Schild. Ha dominato la prima manche, rifilando a tutte le colleghe distacchi abissali, e ha chiuso la seconda frazione con il tempo complessivo di 1'57"65, con quasi 2 secondi di margine sulla francese Sandrine Aubert. A completare il festival austriaco ha provveduto Kathrin Zettel, terza. L'Italia ha trovato posto nella top ten grazie al decimo posto di Manuela Moelgg, che non è riuscita a bissare la prova offerta 24 ore prima nel gigante concluso ieri al secondo posto. Delusione, infine, per Nicole Gius: quinta a metà gara, ha inanellato una serie di grossolani errori nella seconda discesa precipitando al 28° posto. Ha fatto meglio la statunitense Lindsey Vonn: col il braccio sinistro dolorante per l'incidente nella gara di ieri, l'americana ha tagliato il traguardo 18esima.Con 594 punti, la 25enne guarda tutte dall'alto nella classifica generale. La prima inseguitrice, la tedesca Maria Riesch, è a quota 549. Può consolarsi con il primato nella graduatoria di slalom: 243 punti, 23 in più rispetto alla Schild.