Alla scoperta dell’Alta Foresta Nera, anima verde di una Germania inedita

Ha così tante anime la Germania che ci si perde a contarle. E ognuna sorprende, proprio perché inaspettata. Dimenticare le geometrie frizzanti di Berlino o il viso chic di Monaco è l'imperativo categorico sbarcando a Sud, a Stoccarda. Da qui parte un itinerario che descrive una storia fatta di verde, paesaggi, acqua e natura. Di stupore dal respiro ampio e di gusto per il folklore. Ci si lancia verso l'Alta Foresta Nera fino al monte Feldberg, il più alto del Paese con il suo ghiacciaio che reclama rispetto. Ma la base ideale è la cittadina di Titisee-Neustadt, perché prima del trekking bisogna esplorare i laghi circostanti e imbarazzarsi per la scelta delle attività disponibili: dalla pesca alla vela, dal surf al canottaggio, fino alle immersioni. Poi si cammina tanto per setacciare ogni angolo come si deve, finalmente si mangia bene e si beve benissimo (il Pinot nero è una festa per i sensi). Mentre l'anima culturale si disseta allo Schwarzwaldmuseum della vicina Triberg, con i suoi orologi a cucù che sono un trionfo di fantasia. Sempre a Triberg di nuovo un record della zona: dopo il monte, ecco le cascate più alte di Germania. Imponenti a occhi aperti, quasi taumaturgiche a occhi chiusi: che armonia avvolgente il suono dell'acqua che cade.
Ci si sposta verso est e l'acqua non cade più. Sta immobile, fiera, mentre invita il cielo a specchiarsi. Siamo sul lago di Costanza, il terzo più grande d'Europa che accarezza pure Austria e Svizzera. Da non perdere sono Costanza, fresca città universitaria, la rocca di Meersburg, altezzosa e magnetica, più due isole da Oscar: Reichenau, su cui l'Unesco ha messo il sigillo dichiarandola patrimonio dell'umanità; Mainau, un giardino dell'Eden galleggiante, pieno com'è di fiori di ogni colore. Il supplizio vero, l'offesa, è tornare indietro, voltare le spalle alla bellezza.
Per arrivare a Stoccarda si vola con Germanwings, che garantisce collegamenti giornalieri da Roma Fiumicino. Per soddisfare occhi e stomaco il consiglio è il pacchetto «Alla scoperta dei sapori dell'Alta Foresta Nera»: fine settimana in un tradizionale hotel a 3 stelle sul Feldberg con la cucina dei Naturparkwirte, gli osti del parco che si impegnano a usare solo prodotti regionali. Sono compresi 2 pernottamenti con colazione a buffet e 2 pasti con 4 portate. Prezzo per persona: 190 euro. Prenotazioni, informazioni e tante altre offerte su www.hochschwarzwald.de oppure chiamando il +490765212068122.