Shock a Cagliari Via Donadoni Cellino chiama Ficcadenti

Il Cagliari e l’allenatore Roberto Donadoni verso la rottura: l’ex ct della Nazionale potrebbe aver guidato contro l’Arzachena la squadra rossoblù per l’ultima volta. Ancora non c’è niente di ufficiale, ma la società starebbe già pensando al sostituto: in pole position l’ex allenatore del Cesena Massimo Ficcadenti. Ieri mattina, proprio mentre rimbalzavano le voci sul possibile divorzio, il tecnico era regolarmente in campo per l’allenamento di rifinitura in vista della sfida. Questo lo scenario, ma ancora non si conoscono le motivazioni di una rottura apparsa subito insanabile a soli nove giorni dall’esordio in Coppa Italia e a due settimane dalla prima gara di campionato proprio contro l’ex squadra di Donadoni, il Milan. Il colpo di scena sarebbe la conseguenza di un litigio fra presidente e mercato. In particolare su David Suazo che da qualche settimana si stava allenando col club sardo e da ieri è un nuovo giocatore del Catania. Cessione condotta in prima persona da Cellino rimasto deluso dallo stato di forma approssimativo mostrato da Suazo. Una cessione che ha spiazzato un po’ tutto l’ambiente cagliaritano, pronto ad accogliere nuovamente l’idolo che aveva fatto sognare un’intera isola dal 1999 al 2007. Roberto Donadoni credeva molto nel rilancio di Suazo dopo anni piuttosto pallidi tra Inter, Genoa e Benfica. Cellino avrebbe già individuato i potenziali sostituti in Massimo Ficcadenti, senza squadra dopo un’ottima stagione col Cesena, e nell’ex Davide Ballardini che ha già vissuto due parentesi a Cagliari, nel 2005 e nella stagione 2007/08.
Donadoni era arrivato a torneo in corso alla tredicesima giornata dopo la doppia sconfitta del Cagliari, allenato da Pierpaolo Bisoli. Un esordio vincente con la vittoria a Brescia per due a uno. La conferma della società era arrivata già dalla fine dello scorso campionato con il via libera per un’altra stagione sulla panchina rossoblù. Ieri le voci sul divorzio che oggi dovrebbe diventare ufficiale.