Si è estinto il delfino bianco dello Yangtze, il più grande mammifero acquatico del mondo

Per i cinesi era la dea del fiume. Per i biologi una specie da proteggere e studiare: era il mammifero più raro del mondo. E' sopravvissuto per 20 milioni di anni

Pechino - Si è estinto il delfino bianco del fiume Yangtze. Considerato il mammifero più raro del mondo, questa specie era riuscita a sopravvivere per oltre 20 milioni di anni. Ma secondo i biologi non ci sarebbero più esemplari del delfino con la pinna bianca, detto "baiji", nelle acque del fiume cinese.  

La rivista Biology Letters, della Royal College ha pubblicato la relazione della missione compiuta a dicembre da una trentina di esperto lungo i 1700 chilometri dello Yangtze. La spedizione di biologi aveva l’obiettivo di portare degli esemplari nella riserva naturale di Tian’ezhou, per un programma di ripopolamento. I biologi erano dotati di sensori sonori e binocoli professionali, ma nonostante l’alta tecnologia non hanno avvistato nessun baiji.

Il delfino bianco è il primo grande mammifero acquatico che si estingue dagli anni '50, ed è il quarto mammifero a scomparire dalla faccia della terra in 500 anni, dai tempi di Colombo, da quando iniziò la colonizzazione degli europei. Il baiji, quasi cieco, dotato di un raffinatissimo sistema uditivo, era minacciato dall’inquinamento, dalla costruzione di dighe e dall’eccessiva pesca: soprattutto, il traffico fluviale - e quindi il forte inquinamento acustico che comporta - disorientavano il sistema di ecolocazione su cui faceva affidamento per muoversi in un ambiente dalla visibilità molto bassa, bombardandolo di segnali sonori fortissimi e incomprensibili.

Per Chris Williams del Wwf, "la perdita di un grande animale come un delfino di fiume spesso suona l’allarme per quello che sta succedendo nell’ecosistema nel suo complesso". Insomma, la scomparsa del delfino bianco, la dea dello Yangtze per i cinesi, sarebbe l'evidente simbolo dello sviluppo incontrollato della Cina. Altre specie sono a rischio lungo il fiume Yangtze, dice il professor Turvey, tra queste l’alligatore cinese e il pesce spada cinese che può raggiungere fino a 7 metri di lunghezza ma non è stato più avvistato dal 2003.