Sicurezza alimentare: più diritti per i consumatori

L’etichettatura e la scadenza dei prodotti in primo piano: è importante conoscere le norme in vigore in Italia e in Europa

Anna Maria Tarantino

I tempi cambiano, così, anche le abitudini alimentari hanno assunto nel nostro Paese dimensioni e caratteristiche di massa. La fonte, pressoché esclusiva di ogni possibile informazione sul cibo, è ormai la pubblicità. È giunta l’ora, in altre parole, che, accanto all’informazione su cibi e bevande veicolata dalla pubblicità ve ne sia una diversa, che si ponga nell’ottica delle esigenze e degli interessi di salute, nutrizionali ed economici del consumatore.
A tale scopo, la Federconsumatori, che da tempo ormai si impegna anche nel settore alimentare, intende incentivare una didattica seria ed efficiente ha organizzato per oggi il convegno Campagna Sicurezza Alimentare. Si tratta di un progetto per i consumatori, che, intende fornire un contributo concreto al fine di accrescere la consapevolezza di cosa significhi essere consumatori, dei propri diritti ed opportunità di scelta. L’intento è fornire un mezzo di tutela per il cittadino, per sollecitarlo a non essere più solo uno spettatore passivo. La giornata tratterà i più importanti temi relativi all’informazione alimentare per il fruitore dei prodotti: dall’etichettatura, alla normativa comunitaria, si tratteranno i punti della legislazione italiana, la validità dei prodotti alimentari e nutrizionali, le indicazioni obbligatorie da parte delle aziende, gli ingredienti, il termine minimo di conservazione, ed infine le date obbligatorie quanto basilari della scadenza dei prodotti.
Al convegno, che inizia alle 10,30 nella sede di viale Giulio Cesare 178, saranno presenti la professoressa Gabriella Marsè, docente della Facoltà di Biologia dell’università di Tor Vergata ed il presidente dell’associazione Federconsumatori Lazio, Salvatore Carluccio. Alla fine del convegno, verrà consegnato un attestato di partecipazione alle scuole che saranno presenti.