Sir Elton John: "Gesù? Gay super-intelligente"

Intervista choc del baronetto inglese alla rivista americana Parade: "Gesù fu una figura piena di
compassione che capiva i problemi degli uomini". E spiega: "Voleva che fossimo tutti pieni
di amore"

New York - God save Elton John! Sì, lo salvi da se stesso. Il baronetto inglese torna alla carica e non manca di choccare. E di fare polemica. Secondo sir Elton, infatti, Gesù era un "uomo gay super-intelligente" e "una figura piena di compassione" che "capiva i problemi degli uomini".

La morte in croce Interrogato sulla propria religiosità sulle pagine di Parade, sir Elton ha discettato di massimi sistemi confondendo sacro e profano, peccato e santità. Non si tratta, purtroppo, di uno scherzo né di frivole allegorie. Solo la nuova novella secondo Elton John. "Sulla croce Gesù perdonò la gente che lo crocifiggeva - continua John nella sua summa theologica - Gesù voleva che fossimo tutti pieni di amore e in grado di perdonare il prossimo. Non capisco cosa renda la gente così crudele. Prova ad essere una lesbica in Medioriente. Meglio essere morta". Nell’intervista il cantante britannico affronta anche il tema della celebrità. Esser famoso non gli piace "perché la fama attira i pazzi". La principessa Diana, Gianni Versace, John Lennon, Michael Jackson: "Sono tutti morti". "Due di loro ammazzati fuori dalla porta di casa. Non sarebbe successo se non fossero stati così famosi", ha detto il cantante britannico che ha confessato di non avere mai avuto una guardia del corpo, ma di aver cambiato idea dopo l’assassinio di Versace.