Il sogno del cambiamento

La sua corsa alla Casa Bianca costruita sulla voglia di cambiare dopo 8 anni di Bush

Washington - E' l'unico senatore non bianco degli Stati Uniti. Nato a Honolulu (isole Hawaii) nel 1961 da padre di colore (del Kenia) e mamma bianca (del Kansas). Salito alla ribalta della politica nazionale nel 2004 - durante la convention democratica in cui pronunciò il discorso introduttivo - ha iniziato il proprio impegno politico nel 1992, quando partecipò attivamente alla campagna elettorale di Bill Clinton. L'anno successivo contribuì all'elezione di Carol Moseley Braun, la prima donna afro americana a diventare senatrice (leggi "Obama, mister prima volta" di G. De Bellis).

Prima di accostarsi alla politica attiva, fatta di campagne elettorali, strette di mano, fondi e voti da raccogliere, Obama lavorò come attivista per i diritti civili a Chicago, la città in cui aveva scelto di vivere e in cui si era dato da fare per far registrare al voto il maggior numero possibile di elettori (negli Stati Uniti per votare ci si deve iscrivere).

L'impegno di Barack è proseguito su un duplice binario: da un lato l'insegnamento, presso la Scuola di legge del'università di Chicago (diritto costituzionale), dall'altro la politica, sua vera grande passione. Nel 1996 l'elezione al Senato dell'Illinois come rappresentante del 13° distretto dell'Hyde Park, il quartiere più nero di Chicago. Otto anni più tardi, nel 2004, il grande salto a Washington con l'elezione al Senato.

Il 10 febbraio 2007 l'annuncio ufficiale: "Mi candido per la Casa Bianca". Inizia una durissima campagna elettorale per le primarie del partito democratico. Obama vince sulla strafavorita (alla vigilia) Hillary Clinton, moglie dell'ex presidente Bill. Obama si afferma dando sfogo e speranza al sogno di un "cambiamento possibile" nella politica americana. Per realizzare il quale gli Stati Uniti devono decisamente cambiare rotta rispetto agli otto anni di George W. Bush. Come vice Obama ha scelto il cattolico Joe Biden (leggi la scheda), un politico esperto che può vantare un'esperienza trentennale a Washington.

Leggi Come vice il "cattolico" Biden di G. De Bellis