Sorpresa, i grandi classici in dvd vendono più degli «ultimi arrivi»

Warner Bros e Fox guidano la tendenza con western e noir

Adriano De Carlo

Il cinema, arte imperfetta, è davvero avviato a un declino o quanto meno a un utilizzo alternativo che ne diminuisca il potenziale e soprattutto la funzione? È un fastidioso luogo comune ma il fatto è che l’home video abbia surclassato il cinema in sala. Niente stress da parcheggio, via quel pomposo rito del posto prenotato. Mentre a casa, fermi il fotogramma, ti fai un caffè e godi le meraviglie dell’home theatre, il sound perfetto, lo schermo che hai scelto tu e soprattutto il film, alla faccia della tv che magari proietta lo stesso film con la pubblicità interrotta pedestremente dal film stesso.
Ma una sorta di resistenza è in atto da qualche tempo e proprio ad opera delle stesse major che offrono oggi pellicole mammouth. E assistiamo così allo scontro frontale di due cinematografie i cui dati di separazione sono spesso legati al caso. E alle generazioni. Il dvd è il valore unificante, la speranza che il dialogo abbia il sopravvento. Infatti, ad ogni uscita di un nuovo dvd, che non è altro che lo stesso film che abbiamo visto poche settimane prima, corrisponda l’uscita di vecchie adorabili pellicole, proposte specie dalla Warner Bros e Fox in condizioni miracolosamente perfette. E dopo aver visto I segreti di Brokeback Mountain, con le uscite di quattro capolavori di Sam Peckinpah ad opera della Warner: Il mucchio selvaggio, Sfida nell’Alta Sierra, La ballata di Cable Hugue e Pat Garrett&Billy Kid, scopriamo che le «amicizie virili» erano il sale che dava nerbo a quei film e tanto per citare in Ultima notte a Warlock, distribuito dalla General Video ma uno dei classici della Fox, Anthony Quinn ed Henry Fonda erano una bella coppia di omosessuali in pectore. Lo stesso Quinn era legato morbosamente a Robert Taylor nel sottovalutato Cavalca Vaquero!. Mentre quello che viene oggi spacciato per noir è un ben diverso modo di affrontare un genere classico i cui valori erano anche estetici. Difficile in tal caso definire noir degli action movie, che hanno preso il posto dei western.
Allora vale ricordare che ancora la Fox ha editato un gruppo di noir nella collana Classics tra i quali emerge il magnifico Vertigine (Laura - 1944), dove si spara un solo colpo di pistola ma in un chiaro scuro da brividi.