La sostenibilità, diventa sostanza anche se a volte non si vede...

A HostMilano 2019 molte aziende presentano nuovi prodotti per l'ospitalità professionale che hanno un alto contenuto d'innovazione: dalle macchine per il gelato on demand a cialde e capsule per caffé compostabili e riciclabili

Sostenibilità è ormai una parola d’ordine per le aziende da un lato e per i consumatori dall’altro, ma è il “contenuto”, l’innovazione reale di un prodotto eco-sostenibile a fare la differenza fra ciò che appare e la realtà. A HostMilano 2019 che prosegue in Fiera a Rho fino a martedì 22 ottobre è il contenuto d’innovazione reale a essere in mostra in una competizione virtuosa fra aziende italiane e straniere, attente alla sostanza e alle richieste dei mercati.

Sono molti gli esempi e le scoperte che si possono fare. Ad esempio quello della macchina per produrre gelato artigianale on demand: un prodotto di dimensioni compatte ideato specificamente per il fuoricasa che si adatta a locali di diverso tipo. Completato da un contenitore per diverse porzioni, permette di realizzare di gelato artigianale perfetto con ingredienti freschissimi e di qualità senza far “riposare” troppo tempo il gelato nelle vaschette del banco evitando anche lo spreco di materie prime e di risorse.

Per il pane, ormai sfornato in un sempre maggior numero di forme e ingredienti dagli artigiani panificatori, si sta diffondendo l’uso di intere linee di forni: macchine a bassissimo consumo (bastano 3 kW per una linea di medie dimensioni) e nastri realizzati in nuovi materiali che non hanno bisogno di lubrificante: si riducono i materiali di consumo inquinanti e anche la CO2 emessa dalla logistica perché la manutenzione è meno frequente dato che si trasporta meno materiale.

Nel mondo del caffé è il momento del “compostabile”. Se finora per preservare l’aroma di cialde e capsule venivano confezionate in contenitori in alluminio bi-strato che non solo non sono compostabili, ma nemmeno riciclabili, dimezzando la sostenibilità del prodotto finito, a Host vengono presentati nuovi packaging compostabili per caffè porzionato, realizzati con fibre naturali certificate ricavate da coltivazioni non in competizione con l’alimentazione umana.

Attenzione viene posta anche all’ergonomia delle macchine e quindi alla salute di chi le utilizza. Ecco allora macchine per espresso con gruppi filtro che, inseriti orizzontalmente, si agganciano automaticamente riconoscendo anche la quantità di caffè - una o due tazze - evitando al barista il movimento angolare del braccio che, a lungo termine, può portare a problemi di postura.

Nello stile rustico-industriale sempre più presente nell'arredo dei locali, frigo-vetrine ed espositori i designer progettano strutture in metallo, in particolare monometalliche, che sono più facili da riciclare rispetto a quelle in truciolare che possono contenere colle chimiche pericolose per l’ambiente e difficili da smaltire.

Tutte le informazioni su www.host.fieramilano.it, @HostMilano, #Host2017