SOTTO ACCUSA/ Come la pensano i lettori

Inter squadra di picchiatori? Leggi le opinioni inviate dai lettori

Sono d'accordo col fatto che l'Inter anche se non pratica volutamente un gioco duro ha due-tre giocatori molto rudi e portati a randellare tipo Samuel-Muntari e Viera. Per non parlare di Materazzi che adesso per fortuna gioca pochissimo, vero e proprio provocatore e randellatore!
F. Stangarone

Da milanista vorrei solo fare un commento sulla ultima partita Inter-Roma. A sentire Moratti, Ranieri ha esagerato nel rimarcare i numerosi falli degli avversari, sistematicamente tattici per impedire alla squadra avversaria di ripartire, con l'Inter sbilanciata in avanti. Se andiamo a visionare le precedenti partite della squadra di Mourinho, specie nel secondo tempo, quando si trova sistematicamente in svantaggio, dimostra un... accanimento che non ha eguali. Evidentemente, dopo gli scudetti di carta, a tavolino e per penalizzazioni, in società ritengono giusto vincerne uno ...a gomitate (vedi De Rossi)!
L.C. Guerrieri – Giulianova (Pe)

Siete bravi a voltare la frittata. Il punto non è sapere se l’Inter è una squadra di scarponi. Il punto è essere certi che quanto i Balotelli,i Motta, gli Stankovic, scarpano vengano sanzionati secondo regolamento. E questo non succede. Non parliamo poi dei falli tattici sistematici.
Giovanni Giannini

Si, l'Inter è una squadra di picchiatori. In particolare Vieira. Ma nella fattispecie, lo scrivente è di parte.
Massimo Nutini

Ranieri dovrebbe solo stare zitto, si vede che è transitato dalla Juve. Perché non si chiede come mai a Totti non sia stato inflitta nessuna punizione per i “vaffa” all'arbitro e poi i falli, mi sembra, li hanno commessi anche i suoi giocatori domenica sera.
Leonardo Robertazzo

Come mai, in un articolo in cui si parla di falli commessi dai giocatori dell'Inter (direi che non è la prima volta...), si tira in ballo la Juve e Calciopoli? Ma perché? Che c'entra? Ora vorrei sapere: quante volte è stato espulso Materazzi ai tempi di Moggi (e di entrate ne faceva...); quando mai, ai tempi di Moggi, si è visto un giocatore della Juve che va dall'arbitro, lo bracca e cerca di non fargli tirare fuori il cartellino. Io credo che Calciopoli sia stata la giustificazione per tutte quelle squadre che non vincevano nulla perché gestite male e amministrate peggio. I giocatori della Juve non venivano né ammoniti né espulsi, venivano direttamente squalificati dalle prove televisive di Mediaset alla vigilia di Milan-Juventus. O si fa finta di non ricordare? Domenica andavano espulsi tre giocatori dell'Inter: Muntari, Thiago Motta e Stankovic.
Stefano Cesarini

Da amante del calcio non si può giustificare un simile atteggiamento come quello mostrato dalla squadra di Mourinho, non è educativo per i più piccoli e non ha nulla a che vedere con il calcio. Evviva il bel gioco di Sacchi, ma dove è finito? Antonio67 L’Inter risulta essere una squadra schiacciasassi in italia anche per gli arbitraggi. Non a caso in Europa raccoglie più ammonizioni ed espulsioni di quanti gol faccia (non c’é proprio partita). A mio avviso, il problema è il provincialismo auto referenziale, in primis di voi giornalisti, che a forza di ripetere che i migliori arbitri sono in Italia avete creato una classe arbitrale che, scandali a parte, è sempre entrata in campo per fare giurisprudenza e non per arbitrare. I risultati sono arbitri pessimi ma sempre capaci di rendersi protagonisti. In Europa gli arbitri sbagliano spesso ma mai si ha l'impressione che non rispettino il regolamento. In Italia la sensazione è sempre opposta. Il regolamento è un canovaccio e le squadre fisiche come l'Inter, con la scusa che bisogna lasciar correre per rendere il gioco fluido, non vengono mai riprese, e alla fine hanno la meglio. Questo non significa che sia così sempre (fortunatamente eccezioni ce ne sono), però alla distanza, nel campionato italiano, squadre come l'Inter avranno sempre più vantaggi che svantaggi.
Luca Lonardo

È giusto che i falli fanno parte del gioco, ma se sono involontari. E nella partita con la Roma non mi sembra che fossero tutti involontari. Comunque, fintanto che avremo la classe arbitrale più incapace e sgangherata del mondo, dobbiamo rassegnarci. Se non vengono applicate seriamente pene pecuniarie per i troppi errori arbitrali, continueranno a fare quello che vogliono, superpagati come sempre. Questo è il motivo del perchè non vogliono la moviola in campo.
Vittorio Musumeci

A sentire queste accuse mi viene da ridere! E poi da che pulpito vengono? Gente che al minimo contatto stramazza al suolo come fulminata, o sono delle "signorine" o hanno le gambe molli... Invece di lamentarsi e criticare, sempre, Ranieri farebbe bene a riflettere prima di andare in televisione e dire fesserie, facendo solo la felicità dei giornalisti televisivi, e guardare in casa Inter come ci si comporta e quale è lo stile.
Lonerbear

Credo che Ranieri abbia ragione nel sostenere che l'Inter nella gara di domenica sera abbia “picchiato troppo”. La vergogna è che l'arbitro abbia permesso tutto ciò senza dare nessun cartellino rosso. A conferma basta vedere come sono usciti dal campo i giocatori giallorossi De Rossi, Mexes e Menes. I nerazzurri quando non riescono a superare gli avversari con il gioco hanno una loro precisa tattica: farli fuori a gomitate e pestoni.
Mario Losi

Non voglio dire che l'Inter sia una squadra di picchiatori, però sicuramente contro la Roma i nerazzurri hanno picchiato e hanno picchiato pure duro. Viera poi è noto per la sua pesantezza e rudezza, mi ricorda spesso “pitbull” Davids. Secondo me Mourinho - che è un ottimo allenatore ed anche una persona molto intelligente ma è purtroppo antipatico e provocatore e spesso anche niente affatto sportivo - con i suoi atteggiamenti da primadonna influisce negativamente sui suoi calciatori e quella sua voglia di vincere a tutti i costi ed il suo non saper perdere determinano nei giocatori un atteggiamento duro come quello che tutti han potuto notare domenica sera a San Siro.
Antonio Di Marzo

Sono convinto che chi sa giocare a calcio e riesce spesso a "saltare" gli avversari con giocate geniali e spettacolari dovrebbe essere tutelato, come le specie in estinzione, da arbitri e loro ridicoli dirigenti. Invece si vede esattamente il contrario: sembra che solo chi ferma l'avversario con tutti i mezzi sia quello bravo e buono; di solito infatti viene castigato chi subisce sistematicamente fallo e alla fine reagisce. La Juventus di Moggi ha fatto vedere cose incredibili: due gambe rotte da Cannavaro senza mai essere espulso, falli in area senza rigori, Vieira che dopo cinque minuti doveva essere espulso in ogni partita. Ora all'Inter succede la stessa cosa: due anni senza rigori contro, espulsioni ed ammonizioni con contagocce e mai quanto realmente dovute, gol regalati (con le mani, in fuorigioco, con falli come quello di Ibraimovic contro la Fiorentina ecc.).
Romolo Villa

Credo che sia sotto gli occhi di tutti il tipo di gioco che applica l'Inter. Potremmo iniziare da Materazzi, mi sembra un buon esempio di picchiatore! Ma credo che con Stankovic, Samuel, Cordoba, Muntari (che all'epoca Udinese era sempre espulso,ora graziato perché in nerazzurro!), Vieira (che nella Juve non era certo un angelo) la misura sia colma,
Roberto Franchin

L'Inter è anche una squadra di picchiatori e Mou non vorrebbe (come Moratti) che gli arbitri lo sapessero pubblicamente perché molti di loro sono condiscendenti al gioco falloso oppure si fa finta di non vedere in quanto c’è sudditanza psicologica (vedi Rocchi) in favore Inter.
Carlo Ermacora

Se ci fosse stato un arbitro, avrebbe espulso minimo 4 giocatori (3 dell'Inter e uno della Roma). Tutti domenica hanno visto che, non essendo in grado di contrastare la Roma, anche se rimaneggiata, i nerazzurri facevano falli sistematici e molto pericolosi. Altro che troppi fischi e cartellini gialli: si doveva passare subito al rosso, avrebbero così capito che non si può vincere picchiando.
Sebastiano Zoccarato

L'Inter è una squadra di picchiatori. Hanno fatto 27 falli contro la Roma versus 13. I giocatori come Stankovic, Lucio, Viera, Muntari e Chivu in squadre piccole sarebbero ammoniti ogni partita.
Italo Francesco Di Iorio – Termoli (CB)

Si sono accorti solo ora che i gocatori dell'Inter sono dei picchiatori? Andate a rivedere il numero di espulsioni subite nel campionato 2007-008. Per favore smettiamola di dire che la Juventus era più fallosa ma protetta dagli arbitri, ma chiediamoci piuttosto che tipo di mala giustizia sportiva vi è in Italia.
Francesco Leonardi – Padova

26 falli subiti dalla rRma, cartellini gialli non dati su falli veramente cattivi fatti apposta per interrompere le ripartenze, una partita giocata dall'Inter solo sulla forza fisica e l'arroganza. Arbitraggio veramente scandaloso.
Giovanni Cassini

Io sono interista e non lo nego, però mi sembra che qualche fallo sia stato fatto anche dai romanisti, risulta strano che da una parte ci si possa rialzare e riprendere a giocare, mentre dall’altra ogni volta serve l’intervento medico, del massaggiatore e della barella, per poi rientrare e correre dopo 20 secondi. È proprio vero, sono gli arbitri a farsi prendere per i fondelli.
Ezio Colombo

Il problema non è che fanno tanti falli , è che li fanno sempre per fermare il contropiede degli altri, e questo andrebbe punito. Quando lo faceva la juve di Vieira-Emerson si diceva che erano anti sportivi. Adesso è chi li fa che si arrabbia (Moratti). Mauro Ma di cosa ci si meraviglia? L’Inter è sempre stata una squadra di picchiatori, basta ricordarsi di Ibraimovich! È vero che il calcio “non è un gioco per signorine”, ma tirare a “far male” all’avversario va sempre severamente punito . Ma gli arbitri hanno altro a cui pensare.
Emilio Zerella

Sì, l'Inter è una squadra di taglialegna impuniti perché gli arbitri hanno le fette di salame sugli occhi.
Costante Clerici

Ho visto la partita alla TV e credo che più di un calciatore avrebbe dovuto essere addirittura espulso. Non credo che si debba rispolverare Moggiopoli; e per sedare voci varie credo basterà arbitrare meglio.
Giuseppe Fagone

Ma lo sberlone di Menez sul collo a Balotelli a gioco fermo non l'ha visto nessuno?
Geko

Purtroppo è vero, è sotto gli occhi di tutti che l´Inter gode dei favori della classe arbitrale. È sufficiente guardare come ha vinto gli ultimi campionati, grossi regali nei momenti decisivi che le hanno permesso di superare le piccole crisi che una grande squadra necessariamente passa. Resta una grande squadra ma le vengono permesse cose che ad altri costerebbero carissime. Siamo al sospetto ormai e la Juve di Moggi ce li ricorda molto da vicino.
Motti Hod

Ho visto l'intera partita Inter-Roma. Quello che ha detto Ranieri in riferimento ai falli numerosi e cattivi compiuti dall'Inter corrisponde a verità. Da una parte una squadra, Roma, che giocava a calcio, dall'altra l'Inter che ricorreva sempre a falli tattici sistematici, anche cattivi, da espulsione. L'arbitro non ha avuto mai il coraggio di estrarre il cartellino rosso. Così si alimenta sempre più il gioco violento. La cosiddetta sudditanza spicologica in favore di Juventus e Milan, mi sembra che si sia spostata verso l'Inter. Non vorrei che da Moggiopoli si passi a Morattopoli. E Collina che cosa dice? Sta sempre zitto e avalla comunque l'operato degli arbitri?
Flavio Cini

L’Inter una squadra di picchiatori. No, di piu: è una squadra di rugby, cattiva e prepotente.
roberto casiraghi

Credo che l'Inter sia una squadra sopravvalutata enormemente! Nella partita Inter-Roma, una squadra giocava a calcio (la Roma) e l'altra sistematicamente picchiava (l'Inter). Ben 27 falli da parte dell'Inter senza neanche un espulso!!! La Roma ripartiva palla a terra ma sistematicamente i suoi giocatori venivano fermati con falli tattici più o meno duri. Se ci fosse stata una qualunque altra squadra al posto dell'Inter avrebbe avuto almeno 2-3 espulsioni. È una vergogna! Collina e la Figc sono spudoratamente pro-Inter! E i giocatori nerazzurri, appena mettono il muso in Europa, vengono giustamente ammoniti ed espulsi. Christian C.

Ora la sudditanza degli arbitri è passata dalla Juventus all’Inter, e la fisicità (intesa come gioco duro) è molto ma molto meno punita rispetto alle altre squadre, e molti episodi come fuorigioco ed episodi contro sono visti differentemente da episodi pro inter.
Matteo Moffa – Madrid

È uno scandalo. È una squadra di picchiatori: Motta, Muntari, Vieira, Stankovic, per non parlare di Samuel, Materazzi e Cordoba. Basano il loro gioco sulla furbizia e sui falli tattici. Poi pure si lamentano, vedere Stankovic e Motta con la Roma: 28 falli fatti tolto il portiere sono quasi tre falli a giocatore. Nessun espulso. È impossibile giocare contro questa squadra. Lo scorso anno sportellavano in attacco con Ibra, Adriano, Cruz, Crespo. Quest'anno fanno falli a tutto campo.
Marco

Certi falli degli interisti domenica meritavano se non il rosso almeno qualche giallo...i neroazzurri sono stati molto fallosi.
Giuseppe Ravara

Se fosse stata la Juventus a fare quei falli avremmo le televisioni che per tutto il giorno e la notte farebbero vedere i replay da tutte le angolazioni, ci avrebbero rotto fino alla nausea. Ma, trattandosi dell'Inter, si fa solo un pochino di dibattito. La settimana scorsa Amaurì è stato espulso per un fallo involontario e forse non era nemmeno fallo. Ma l'arbitro (sudditanza) lo ha subito espulso per paura di essere additato come uno che aiuta la Juve. Vergogna! Enzo Valente

Purtroppo mi dispiace per Moratti, ma l’Internazionale è una squadra cattiva specialmente da quando ne ha assunto la direzionbe tecnica Mourinho. È evidente che sono le istruzioni dell'allenatore a rendere cattivi i giocatori. L'imperativo categorico, non é quello di rispettare schemi di gioco, ma quello unico di abbattere l'avversario togliendogli la palla (essenza del gioco calcio) con la propria abilitá e - nel caso questa non ci sia - rompendo all'avversario stinchi, gambe e anche la testa se é il caso. Occorre pertanto che la Federazione chieda agli arbitri un maggiore rigore. Mourinho ha trasferito dal Chelsea la violenza che carattterizzava il gioco di quel club.
Giorgio Traverso

Il Presidente Moratti è un finto mansueto. Ogni volta che viene contraddetto risponde seccamente e sgarbatamente e tali sono i suoi supporters: basta guardare TeleLombardia e sentire come rispondono sgarbatamente e rancorosamente gli opinionisti interisti! Tutto ciò è divenuto uno stimolo negativo anche per la squadra che, in campo, non lesina colpi bassi, anche perché la parola d'ordine è, probabilmente, quella di vincere comunque. Resta poi il fatto che un arbitro che assiste indifferente a ciò, dà la sensazione di essere connivente. Maurizio

E' una squadra di picchiatori, la sudditanza è vera. Quanti falli vengono fischiati a centro campo alle altre squadre e quanti all'Inter nei presi dell'area di rigore come ai tempi di Moggi alla Juve?
Antonio Leone

Sì, è senza dubbio una squadra addestrata scientificamente a picchiare gli avversari, quindi antisportiva. I numerosissimi falli da dietro che i giocatori interisti commettono ne sono la prova. E gli arbitri si limitano a fischiare dei normali falli di gioco, e solo nei casi più gravi tirano fuori il giallo. uesto non è più gioco fisico, questo è solo uno schifo.
Alberto Canino

L'Inter domenica sera doveva finire in 8!!! Vieira rompe lo zigomo a De Rossi e 2 minuti dopo tira una spallata sullo sterno di Menes sotto gli occhi dell'arbitro: zero cartellini. Thiago Motta, già ammonito, entra ruvido per  2 volte, ovviamente graziato dall'arbitro. Stankovic entra durissimo per 3-4 volte; l'arbitro fischia punizione (vede i falli, quindi), Stankovic protesta platealmente. Risultato: zero cartellini. Muntari, ammonito nel primo tempo, tira un calcio senza palla a Menes, che cade, protesta (e viene ammonito!). Balotelli, a cui viene fischiato fallo per una rovesciata in area, protesta platealmente verso l'arbitro, ripetendo più volte: "Ma che cazzo fischi?". L'arbitro vede, ma fa finta di nulla. Fate voi. E dicevano di Moggi.

Rolando Maroncelli

 

E allora posso dire che la Roma è una squadra di cascatori.

Luciano Giorgi



Sì, è una squadra che utilizza l'aggressione fisica come mezzo
intimidatorio, ma anche demolitore, dell'avversario. I giocatori sono scelti a tal fine anche in base alla loro forza fisica; basta vederli, misurarli e pesarli.
Bruno Lasi Tavullia

L'Inter ha un gioco "molto" duro, che non vuol dire "maschio" o "fisico", ma proprio duro. Giustificarlo con il fatto che i giocatori sono "marcantoni" finisce per dare un alibi agli stessi. Io sono dell'idea che il calcio ha delle regole e, per esempio, il fallo tattico a centro campo andrebbe punito molto più duramente di quello di gioco come "scontro" in quanto è decisamente volontario e pertanto contrario all'etica del gioco che dovrebbe invece ubbidire alle regole dello spettacolo e del "lavorare divertendosi".
Marcello Pistolesi – Saronno

Picchiatori si, picchiatori no? Certo che, finché trovano un arbitro come Rocchi, l’indole di picchiatori ha tutte le opportunità per estrinsecarsi. In Inter-Roma mancano 4/5 cartellini gialli a carico dei nerazzurri: Muntari ha messo le mani addosso all’arbitro che stava estraendo il cartellino e più tardi ha fatto uno sgambetto a Menez a palla lontana; Balotelli è entrato da dietro senza alcuna conseguenza; Thiago Motta già ammonito ha tirato per la maglia un avversario e, dulcis in fundo (anche se l’episodio è stato il primo della serie) De Rossi ci ha rimesso uno zigomo per l’entrata di Vieira. Aggiungiamo che Stankovic e Samuel legnano abbondantemente più del dovuto e protestano vistosamente anche quando gli fischiano contro falli evidentissimi e consideriamo che hanno pure Materazzi in panchina; non ho idea di che cos’altro occorra combinare per guadagnarsi la famigerata etichetta di picchiatori. Infatti nelle competizioni europee, dove gli arbitri non si atteggiano a zerbini, stanno molto più accorti e, comunque, spesso finiscono in 10.
Fulvio Bettamio - Merano (BZ)

Su TeleLombardia e Processo di Biscardi hanno fatto quasi l'intera trasmissione sui "picchiatori" interisti con annesso coro di piagnistei romanisti e antiinteristi (Chirico e compagni di merende). In modo particolare su Vieira e lo scontro avuto con De Rossi che purtroppo ha avuto lo zigomo fratturato. Giocando a calcio si fanno interventi non sempre ortodossi, a volte rasentano la violenza, ma credo che, mancando la volontarietà di fare male all'avversario, e per fortuna tutti erano d'accordo sulla involontarietà, si debba parlare di scontri di gioco. Per altri falli si sfiora il ridicolo. Per inciso, Balotelli che interviene su Motta con un colpo da tergo sul polpaccio (fischio dell'arbitro giustissimo) e Motta che cade contorcendosi dal dolore tenendosi la... tibia! Mexes che prende per il collo Balotelli, lo ha fatto con simpatia! Quando Nedved ruppe il perone a Figo nessun clamore mediatico, e nessuna ammonizione. Gli Interisti sono picchiatori, mentre Gattuso "ringhia" sulle caviglie dell'avversario (espressione di Crudeli). Alcuni giornalisti asserivano che l'arbitro avesse fischiato 29 falli e solo 3 interisti e 2 della Roma ammoniti. Ma non sempre il fallo è da ammonizione!
GiustoPio

Il problema non è se l'Inter sia o meno una squadra di picchiatori, ma l'atteggiamento dei nostri arbitri. Infatti nessuno vieta all'Inter o a qualsivoglia altra squadra di picchiare come dei magli, ma le sanzioni eventuali dovrebbero essere certe, come spesso accade in campo Europeo. Sia ben chiaro non parlo di sudditanza , ma semplicemente di un metro di giudizio differente rispetto ad altri Paesi.
Paolo Ravandoni

Sono un interista obiettivo e domenica sera in effetti m’ha sorpreso vedere i “miei” entrare spesso duramente sulle gambe . Non neghiamolo, domenica sera hanno picchiato un po’ e di solito non lo fanno. Probabilmente non avevano le idee chiare né tanta voglia di giocare.
Nino Vartis

Assolutamente d'accordo, l'uso indiscriminato del fallo tattico, contando sulla permissività arbitrale, permette all'Inter di giocare in casa praticamente senza mai subire contropiedi. Nel caso in cui li ha subiti, la difesa ha scricchiolato. Come dimostra la partita col Fulham, dove la squadra inglese ha chiuso in nove, falli da dietro, salti a braccia larghe, gioco violento, in Europa non viene tollerato. L'Inter con un arbitro europeo avrebbe chiuso la partita in otto.
Marco Donati

Hanno stufato! non sono mica i dodici apostoli in campo che non li si può criticare mai. Io sono juventina, e tra ladra e gobba mi ci sono fatta le ossa, agli insulti dei pii interisti... Dopo calciopoli l'Inter è intoccabile, ci si potrebbe chiedere perchè... ma le mie meningi hanno di meglio da fare personalmente il calcio mi ha stufato, mi chiedo perché non assegnino alla coppia Mo-Mo gli scudetti dei prossimi dieci anni a tavolino, così magari si levano di quattro passi e vanno a tirarsela alle Maldive...magari la benzina cala un po'!
Caillean Braga Silvi

Sì, sono dei picchiatori. Basti vedere che in Europa hanno già preso 10 gialli, solo il Real ne ha presi 11, mentre in Italia fanno quello che vogliono perchè sono impuniti.
Lostracco

Vi siete mai fatti questa domanda prima che Ranieri parlasse? No. Quindi la risposta è automatica. Vorrei solo aggiungere una cosa: è vero che domenica scorsa ci sono stati molti interventi,non durissimi, ma che potevano essare evitati, però faccio presente a voi che nell'episodio in cui Muntari mette uno sgambetto a Menez, negli ultimi minuti del primo tempo, il giocatore francese nell'andare a protestare dall'arbitro calpesta volontariamente il piede dell'arbitro, ecco ora vi chiedo: è più grave un intervento involontario su un calciatore avversario oppure tentare di far male ad un arbitro volontariamente? Ranieri invece di andare a piangere inutilmente per un arbitraggio al di sotto della sufficenza, si ricordasse cosa disse l'allenatore Giampaolo dopo un Siena-Roma: i giocatori della Roma hanno tentato sia di condizionare l'arbitraggio a loro favore protestando a ogni fallo sia di gonfiare l'entità dell'intervento ad ogni fallo subito. Avrò visto almeno 6/7 volte giocatori della Roma rimanere a terra per un contrasto normalissimo... quindi più che fare del vittimismo, Ranieri dica ai suoi giocatori che certi atteggiamenti dovrebbero essere riveduti: sono l'antisportività fatta a persona. Simone - Taranto