Bruno Barbieri: "Accanimento contro di noi. Nicolò? No comment"

Così Bruno Barbieri commenta le indiscrezioni uscite sui cuochi e sul programma

Anche dopo la rivelazione di Striscia la Notizia , che martedì sera ha anticipato il nome del vincitore della quarta edizione di Masterchef , Bruno Barbieri non perde la voglia di chiacchierare. E al netto dell'irritazione, sembra divertito. Tira le orecchie ai ragazzi di Antonio Ricci come se parlasse ad uno dei giovani aspiranti chef.

Barbieri... Lo Striscia-Gate...

«Che stress... (ride, ndr)».

Come giudica l'anticipazione di Striscia ?

«È un gesto senza senso, che non tiene conto del lavoro e dei sacrifici di chi fa il programma. Contro Masterchef c'è un accanimento».

C'è invidia verso di voi?

«Questo non posso dirlo. Sicuramente è una mancanza di rispetto, per chi lavora al programma e per il pubblico».

Bastianich ha avvertito gli spettatori di non credere a tutto ciò che si legge. È una smentita?

«Non lo so. Non... Diciamo che è assurdo parlarne prima. La finale è stasera, godiamocela alla tv. Basta quello! Mettiamo da parte le polemiche e commentiamo i piatti. Secondo me gli italiani ci guarderanno lo stesso».

Se le anticipazioni dovessero essere confermate, soprattutto l'accusa a Nicolò di aver già lavorato in un ristorante, il programma perderebbe in credibilità?

«I giudici non sono carabinieri, non possono sapere quello che fanno i concorrenti al di fuori della cucina, dove vivono, dove abitano...».

E se Nicolò dovesse aver lavorato da Cracco?

«Non posso andare a picchiare Nicolò (ride, ndr). E nemmeno Cracco».

Quindi è tutto regolare?

«Se non fosse uno spettacolo vero non ci metterei la faccia. Nessuno mi ha mai detto come giudicare i piatti. E se ha lavorato da Cracco, saranno Cracchi amari. Ma non preoccupatevi. Le polemiche finiranno stasera».