Alba Parietti a Selvaggia Lucarelli: "Potevamo evitare il tribunale”

Ospite di Caterina Balivo, Alba Parietti torna sulla polemica scoppiata nel 2017 a "Ballando con le Stelle" con Selvaggia Lucarelli, sebbene non pronuncia mai il suo nome. Dice di non andare affatto fiera di quella situazione, "anche perché si poteva risolvere con una stretta di mano evitando il tribunale"

"The show must go on" (lo spettacolo deve continuare) No! Non per Selvaggia Lucarelli, che al termine di una furiosa lite televisiva con Alba Parietti è passata dalle parole ai fatti, querelandola in sede penale e chiedendo un risarcimento al tribunale civile.

I fatti risalgono al 2017, quando in una puntata di "Ballando con le stelle" si accese una forte discussione tra giurata e concorrente. Il diverbio continuò anche sui rispettivi profili social delle due showgirl.

A distanza di due anni, ospite al programma "Vieni da me" di Caterina Balivo, Alba Parietti giocando al quiz "Le domande al buio" è tornata sull’increscioso fatto, pur senza nominare mai il nome della controparte.

Raccontando quell’episodio Alba ha precisato che si trattava di una diatriba televisiva, come molte altre se ne sono fatte da anni a questa parte, e che, come tutte le altre, poteva risolversi e finire con una stretta di mano. "Per una rissa che si poteva risolvere, come tutte le risse televisive da quarant’anni, con una stretta di mano, abbiamo dovuto scomodare magistratura e giudici".

Ma comunque Alba non è stata atteso con le mani in mano, attendendo inerme il percorso giudiziario: "Ovviamente se qualcuno mi querela rispondo con altrettante querele. Perché se uno pensa di essere stato offeso io penso di essere stata ancora più offesa".