Alessio Boni vuole un figlio: "Sono single, vorrei adottarlo"

L'attore Alessio Boni rivela il suo più grande desiderio: diventare padre anche da single

Alessio Boni si confessa, raccontando al settimanale Grazia il suo desiderio di voler adottare un figlio anche se attualmente non è coinvolto in una relazione sentimentale: "Un desiderio che prescinde dalla presenza di una donna al mio fianco”.

L'attore attualmente non legato sentimentalmente, e nell'attesa di trovare la donna della sua vita, ha ammesso di essere fermamente convinto della sua scelta di diventare padre: “Lo farei anche adesso. Anche subito. Anche se sono single; peccato solo che la legge italiana almeno per il momento non preveda l'adozione di figli al di fuori della coppia. L'attore, ha raccontato nell'intervista, crede fermamente che si possa essere padre o madre anche se si è soli, purché sia una persona adulta e responsabile che abbia coscienza di che cosa significhi essere un genitore e che senta davvero il desiderio di crescere un figlio.

Per l'attore Boni la questione bambini non riguarda solo il suo desiderio di paternità: da diversi anni si da fare come volto e volontario per l'Unicef, associazione umanitaria che da sempre si occupa di difendere i diritti dei più piccoli. Questo impegno nel sociale lo ha portato a conoscere realtà davvero drammatiche, come in Malawi, dove i bambini piccoli ogni giorno devono compire otto miglia a piedi per raggiungere un pozzo d’acqua.

Dopo quello che ha visto, però, l'attore proprio non ci sta: “Non c'è ragione al mondo per lasciarli lì e impedire che vengano adottati da chi li potrebbe amare e crescere. Io non ne trovo”. Alla fine dell'intervista, l'artista di cinema, tv e teatro ha esortato ad ascoltare con più attenzione le parole di Papa Francesco: “Non creiamo muri, ma ponti. È una frase stupenda e io lo ammiro molto”; in merito al Pontefice, Alessio non ha trattenuto l'emozione: il 27 febbraio, infatti, lo incontrerà per una lettura sull'industrializzazione della società.

Commenti

joecivitanova

Sab, 27/02/2016 - 13:07

Vuoi fare veramente del bene a più bambini possibile di quelli di cui parli ed in modo non egoistico ed eclatante!? Manda metà dei tuoi guadagni in quelle zone e vai giù a controllare come vengono spesi, tanto con l'altra metà riesci a vivere bene ugualmente e ti puoi permettere anche di andare a controllare come gli altri vengono utilizzati. O no!? Così sicuramente si è Boni..!! A fare il paparino senza mamma ne aiuti, forse, uno solo e a metà, non credi..!?.. G.