Amber Heard arrestata nel 2009 per violenza domestica

Esattamente sette anni fa Amber Heard fu tratta in arresto a Seattle, Washington, per il reato di violenza domestica. Secondo l'accusa, riportata a galla da un'esclusiva di TMZ, l'attrice statunitense diede in escandescenza all'aeroporto cittadino colpendo la sua allora ex compagna, Tasya van Ree

L'estenuante braccio di ferro mediatico che sta accompagnando la separazione tra Johnny Depp e Amber Heard, marito e moglie dai primi mesi del 2015, si arricchisce di un nuovo capitolo.

Secondo un'esclusiva del sito di gossip TMZ, infatti, l'attrice statunitense - 30 anni - nel 2009 è stata a sua volta accusata di violenza domestica, lo stesso reato che oggi contesta alla star hollywoodiana. L'episodio risale appunto a sette anni fa, quando la Heard aveva una relazione con l'artista e fotografa statunitense Tasya van Ree, 40 anni.

Stando a quanto riportato, il 14 settembre di quell'anno le due si trovavano quindi all'aeroporto di Seattle, Washington, dove è scoppiata una furente lite. La situazione è tuttavia degenerata quando la bella attrice, allora ventitreenne, ha colpito con violenza la partner, oggi impegnata sentimentalmente con la modella Caroline Vreeland.

L'episodio portò quindi all'arresto della Heard, alla quale fu contestato il reato di violenza domestica. Tuttavia, spiega TMZ, il processo non fu portato a termine perché il giudice stabilì che le due amanti vivevano insieme in California, mentre il presunto abuso avvenne nello stato di Washington.

In ogni caso, anche se la questione si concluse senza conseguenze, tale rivelazione rischia di ridimensionare – almeno sul piano mediatico – le pesanti accuse mosse dall'attrice al futuro ex marito. Dal canto suo, nelle ultime settimane Johnny Depp ha potuto contare sulla ferma difesa della sua persona da parte dell'ex moglie, Vanessa Paradis.