Amy Winehouse: 14 demo inedite cestinate dopo la sua morte

Billboard: prima di morire Amy Winehouse aveva scritto 14 demo, poi cestinate. In Inghilterra arriva nei cinema il documentario sulla sua vita

È arrivato il momento dell'uscita nelle sale di "Amy", il discusso documentario sulla vita di Amy Winehouse, già presentato tra le polemiche all'ultimo Festival di Cannes. La pellicola sarà in Italia a settembre, mentre in Inghilterra arriva già questo weekend. E con l'arrivo nei cinema si sono riaccese le discussioni su questo personaggio, straordinariamente dotato dal punto di vita musicale ma spaventosamente solo nella sua vita personale. Amy riconquista per qualche giorno le copertine di tutte le riviste dato che il documentario, firmato da Asif Kapadia, porta alla luce episodi inediti sulla vita di questa talentuosa interprete scomparsa a soli 27 anni nel 2011. Il più clamoroso, dal punto di vista musicale, è quello rivelato da Billboard, secondo cui poco prima di morire Amy aveva scritto 14 nuove canzoni che sarebbero state incluse in un disco, quello che sarebbe stato il terzo della sua strepitosa carriera. Le demo, però, sarebbero state distrutte, stando a quanto raccontato da David Joseph, "capo" della Winehouse presso la sua casa discografica, la Universal UK.

«È stato un dovere morale», ha detto Joseph, giustificando il gesto. I brani probabilmente sarebbero finiti in un disco che sarebbe uscito entro pochi mesi. Così facendo, "Lioness: Hidden Treasures" rimarrà quasi sicuramente l'ultimo disco di inediti di Amy Winehouse, e andrà ad unirsi a "Frank" e a "Back to Black", i due album che hanno portato la sfortunata cantante soul nella leggenda.