Anastasio linciato perché è "di destra" "Ma io sono solo un libero pensatore"

Il rapper si difende dalle «accuse» a causa di pochi «like» a Salvini e Trump

Chissà che diranno ora gli esegeti dei testi rap, quelli scatenati in questi giorni sulle liriche di Sfera Ebbasta per dire che siamo ai titoli di coda dell'esistenza del pianeta Terra, causa nichilismo spinto. Il vincitore di X Factor 2018 è dunque Anastasio, quello che La fine del mondo (già disco d'oro) l'ha composta e interpretata con piglio da veterano, auspicando nientemeno di «sgretolare la Cappella Sistina». Già che c'era, per la vittoria il rapper con il fattore X ha ringraziato Diego Armando Maradona, che più che un calciatore o un essere umano, dalle sue parti è una categoria dello spirito. Ci potremo sbagliare, ma la sensazione è che Anastasio - Armageddon a parte: se succede veramente per lui sarebbe una sfortuna epocale, a questo punto ha la stoffa di quello che resterà. Tanti dicono: da autore più che da venditore di se stesso, perché quando afferra un microfono per raccontarsi, a vincere è la sua parte da Grinch. È come se per ogni parola pronunciata, Anastasio dovesse pagare l'Iva. Intanto, è in cima, e gli altri finalisti Bowland in testa, Luna e Naomi lo adorano: «Tutti noi sapevamo, fin dall'inizio, che lui era il migliore. È sempre stato il re del loft», dicono. Ecco, il loft: dal quale Anastasio è uscito dopo due mesi. «Non ho ancora avuto il coraggio di accendere il cellulare, forse ho dimenticato il pin», sorride il rapper sorrentino con il cuore a Napoli e per il Napoli (calcio). «Sul palco del Forum di Assago potevo seguire due strade opposte, avere paura o caricarmi: ho scelto la seconda. È stato pazzesco esibirsi davanti a ottomila persone. Però ora non ditemi se mi sento più cantautore o rapper, per favore. Detesto le etichette». Ecco, a proposito di etichette ce n'è una che cercano di affibbiargli: il podcast Ingranaggi per primo (e poi, regola del web, tutti a seguire) ha evidenziato i suoi like e post su Facebook, pro Trump, Salvini e Casa Pound. Così, se per il vignettista Vauro il circense e ipertatuato Sfera Ebbasta nei testi vale un De Andrè, il povero Anastasio si becca gli strali dei professionisti del sopracciglio alzato. «Tutto ciò mi fa sorridere spiega il rapper La storia nasce da un articolo pieno di fuffa. Sono un libero pensatore, e se Salvini dice una cosa giusta la approvo. Guardo a ciò che viene detto, non a chi lo dice. E poi, davvero, siamo ancora qui a parlare di fascismo e comunismo? Su Trump, bé, vi siete accorti che è il presidente degli Stati Uniti? Nelle ultime elezioni Usa la destra ha avuto un afflato che è mancato agli avversari. Poi, oggi non si capisce più nulla tra destra e sinistra: temi sociali, lavoro, liberismo, passano da una parte all'altra».

Sull'ipotesi Sanremo, Anastasio è chiaro: «Subito no, sono appena uscito da una gara. Ma per il futuro non lo escludo».

Commenti

ectario

Sab, 15/12/2018 - 11:33

Caro ragazzo, se non sei sinistroide dovrai faticare 100 volte tanto per sopravvivere. L’attuale dittatura mondiale, figlia del fu comunismo assassino di popoli, è creata per un mondo di decerebrati, buoi imprigionati ma consumatori, a vantaggio di elite grasse, opulente, ciniche. I clientes rossi si accodano come pupazzi idioti, pensiero unico a comando, con retorica da ‘800 ma, sempre e soprattuto, purché se magna!. Chissà che questo giovane possa, con la sua “musica” e “pensiero” trasmettere alle nuove generazioni un approccio diverso per affrontare i problemi della vita. Ma rischia. In questa Italia radical e di ipocriti rossi, rischia la sua carriera. Qua da noi esiste ancora l’ANPI e gente con “pugno e falcello”; la manipolazione rossa dell’informazione, tutta. Parassiti, razzisti, violenti, vero cancro. La loro “Kultura” e “memoria” è la paracula..ggine e…..piazzale Loreto. Un sincero V.F.C., a questa feccia, ma a passo di carica!.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 15/12/2018 - 12:49

e poi quei parassiti di sinistra osano definirsi democratici, se li spogli ti accorgi che sono dei comunisti ignoranti.

rokko

Sab, 15/12/2018 - 13:20

Ammetto che non guardo x factor e non so nulla al riguardo, ma dall'articolo dovete ammettere anche voi che non si capisce nulla: chi lo ha "linciato" ?

elpaso21

Sab, 15/12/2018 - 14:21

"Anastasio linciato perché è "di destra": di Destra Sfigata.

buonaparte

Sab, 15/12/2018 - 21:10

questo cantante farà la strada di BAGLIONI . baglioni era di idee di destra e per questo ha patito all'inizio poi con l'età a capito che per far soldi bisognava svoltare a sinistra ed ora eccolo icona della sinistra italiana con lavori ed incassi a gogo. mi fa pensare anche a CRISTICCHI anche lui icona della sinistra dopo avere fatto cantare in una serata il coro del monte amiata con i fazzoletti rossi, tanto fu il suo tornaconto che apri san remo con il coro e gli fu fatto un contratto per 3 spettacoli su rai 3. poi il crisiticchi a trieste ebbe un sussulto di onestà e moralità e difronte al magazzino 58 con i mobili delle persone uccise e scappate dai comunisti italiani e tittini che li infoibavano ha fatto uno spettacolo su questo.la rai li ha bloccato il contratto e solo dopo il ritorno con il capo pieno di cenere ha potuto fare i programmi. guardate la tipologia di film sovvenzionati dallo stato l'anno scorso sotto il governo pd .uno su tutti quello sullo spacciatore cucchi .

tuttoilmondo

Sab, 15/12/2018 - 21:50

Il vento sta cambiando. Al voto europeo la dx sfonderà il 60%. Al successivo voto politico sfondera il 70%. Poi un bel repulisti. Basta sovvenzioni ai giornali. Basta sovvenzioni a gaye partigiani, a preti, che dovranno pure pagare l'ICI. Basta contratti faraonici a gente come Fazio e kompagni. PULIZIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA