Anche in Giappone c'è una Lady Diana. Il suo nome è Masako

Masako è l'imperatrice del Sol Levante. Proprio in questi giorni a Tokyo ci sono le celebrazioni per l'incoronazione. Per stare a fianco al marito ha dovuto rinunciare ai suoi sogni

Lady Diana, la principessa triste che non era riuscita ad adattarsi alla vita di corte, ha un passato e un futuro. Prima di lei la principessa Sissi ha sofferto lo stesso disagio, ora c’è la ex principessa Masako, appena incoronata imperatrice del Giappone.

Proprio in questi giorni, da lunedì 21 a mercoledì 23 ottobre, 190 capi di Stato e monarchi hanno raggiunto la città di Tokyo per festeggiare Masako e suo marito, il neo imperatore Naruhito, che ha preso il posto del padre, Akihito, dopo la sua abdicazione la scorsa primavera. Tra di loro ci sono il principe Carlo, Felipe e Letizia di Spagna, i re di Belgio, Norvegia, Lussemburgo.

Da questo momento inizia una nuova era, ribattezzata dall’imperatore "Reiwa", cioè "armonia e fortuna". Chissà se questo sia un nuovo inizio anche per la sua sposa. Masako, come Kate Middleton o Meghan Markle, è diventata principessa non per natali, ma per amore. È nata nel 1963 e ha vissuto tutta la sua vita tra Giappone, Russia e Stati Uniti. Il padre è professore ad Harvard e vice-ambasciatore negli Usa. Anche lei intraprende quella strada e si laurea a pieni voti ad Harvard. Avrebbe voluto proseguire gli studi in Europa, laureandosi in Relazioni internazionali a Oxford, ma un incontro cambia i suoi piani.

Nel 1986 conosce il giovane principe Nahurito e si innamorano immediatamente. Ma diventare la futura imperatrice in Giappone, un po’ come altrove, significa chiudersi al mondo e rinunciare ai proprio sogni. Masako inizialmente non cede al corteggiamento di Nahurito, ma nel 1993 si sposano.

La vita di corte è esattamente come se l’immaginava, se non addirittura peggio. A complicare la situazione si aggiunge l’attesa di un erede che stenta ad arrivare. Nel 2001 nasce Aiko, una femmina, che non potrà prendere il posto del padre, che dovrà un domani cedere la corona a suo nipote.

Masako non ha mai avuto il "permesso" di parlare del suo disagio e le sue apparizioni in pubblico sono sempre state centellinate. Pochi anni fa, il marito Nahurito ha parlato pubblicamente della "sindrome d’adattamento" della moglie. Ora stando a quanto riferito da lei stessa, poco tempo fa, in occasione del suo 55esimo compleanno, le sue condizioni di salute starebbero migliorando. Le nuove responsabilità sembrano dare alla neo imperatrice la grinta di cui aveva bisogno. "Quando penso ai giorni che verranno mi sento insicura, ma rifletto anche su quanto potrò essere utile – è scritto nella nota ufficiale-. Vorrei dedicare tutta me stessa al sostegno di Sua Altezza Reale e impegnarmi davvero per la felicità del mio popolo. E continuare a dedicarmi alla mia salute, che sta migliorando, e ai doveri che mi attendono". Masako, la principessa triste del Sol Levante, vuole diventare un'imperatrice felice. Volere è potere.