Antonella Clerici: "Il remake di Portobello un errore"

Antonella Clerici ha ammesso che il remake di Portobello è stato uno degli errori della sua carriera: "Magari non ero giusta io per quella trasmissione"

Sa riconoscere e ammettere candidamente i fallimenti. Così, Antonella Clerici ha confessato che fare il remake di Portobello è stato uno dei flop della sua carriera.

Ospite del Festival delle conoscenze di Novi, la conduttrice Rai si è prestata alle domande degli studenti presenti in platea e, come riportato da La Stampa, la Clerici non si è sottratta davanti alle sue responsabilità. Lei, che durante la scorsa stagione televisiva ha accettato la sfida propostale dai vertici di Viale Mazzini conducendo il remake del mitico Portobello da sempre associato all'indimenticabile Enzo Tortora, ha ammesso di aver commesso un errore.

Bisogna accettare anche i fallimenti – ha detto la Clerici agli studenti che la ascoltavano - . Anch’io ho attraversato degli insuccessi. Come il remake di Portobello. È stato un errore. Ho capito che era stata una trasmissione setacciata da tutti e ho capito che riproporla non ha funzionato”. “Occorre ammetterlo, l’errore – ha aggiunto ancora Antonella - . Ho fatto grandi successi, ma ho fatto pure dei flop. Come per Portobello. Magari non ero giusta io per quella trasmissione. E la gente faceva il paragone con l’originale di Tortora”.

Una vera e propria ammissione di colpa da parte di Antonella Clerici che, però, ha invitato tutti i giovani a mettersi alla prova anche con cose nuove: “Andate a esplorare cose nuove con le possibilità che avete oggi con il web – ha detto a tutti - . Non fate i pecoroni. Conoscenza è libertà. No alla violenza è libertà. L’ignoranza crea problematiche. Nell’ignoranza si può manipolare la persona”.

Commenti

cgf

Mar, 26/03/2019 - 13:01

Portobello è un format scaduto, sarebbe come voler rifare il rischiatutto, meglio il milionario.

baronemanfredri...

Mar, 26/03/2019 - 13:44

A PARTE CIO' CHE SCRIVE CGF, PERO' HO SEMPRE SOSTENUTO CHE LE TRASMISSIONI, I FILM, LE COMMEDIE CHE SI RIPETONO ANZI SI COPIANO, SONO DESTINATI A FALLIMENTO PIU' COMPLETO. GLI ESEMPI SONO TANTISSIMI TRA LE TANTE TRASMISSIONI, OLTRE QUESTO, IL FILM I SOLITI IGNOTI 40 ANNI DOPO. PORTOBELLO, RISCHIATUTTO E ALTRI NON SONO ALTRO CHE IL RICORDO DEL PRIMO ED UNICO PRESENTATORE. SI DICE LA MINISTRA RISCALDATA FA SCHIFO 'A MINESTRA RICODDIATA....... MAI RIPETERE SPETTACOLI FILM ED ALTRO FAMOSISSIMI. ALLORA FACCIAMO CANZONISSIMA, SENZA POLITICA COME E' STATO QUEST'ANNO SANREMO SOLO CANTANTI E CANZONI. RIFACCIAMO CAMPANILE SERA? STIAMO SCHERZANDO? ORMAI I MIGLIORI AL MONDO SONO MORTI, MORTI, MORTI. ORA C'E' SOLTANTO SPAZZATURA POLITICIZZATO. SPAZZATURA E NULLITA'

cgf

Mar, 26/03/2019 - 17:28

@baronemanfredri... non sono d'accordo, se le cose si 'attualizzano', possono bissare ed anche surclassare i precedenti, esempio recente è A STAR IS BORN, stesso film fatto per 4 volte, sempre meglio del precedente, l'ultima ha superato record su record. IMHO posso dire che la Germanotta ha stupito anche me. Come trasmissioni televisive [italiane] mi viene in mente la Corrida, Corrado la lanciò 'alla apostrofo aradio' e poi in TV, poi anche da altri, ha pur avuto ugualmente successo anche dopo. Poi dipende anche chi ci metti, quanto di proprio porta di nuovo, fare le copie perché così funzionava, porta male, anche quello vuol dire molto