Antonello Venditti furibondo sui social: “Ci hanno fatto chiudere il concerto”

Il cantautore romano affida ad un video su Facebook uno sfogo dopo quanto accaduto al parco della Cittadella, a Parma: l’amministrazione ha tagliato la luce per far smettere il suo live

Antonello Venditti è stupito, divertito e arrabbiato per quello che è accaduto giovedì 12 settembre 2019 al Parco della Cittadella di Parma. Il cantautore romano ha tenuto l’ultimo concerto della prima fase del tour di Sotto il segno dei pesci, tournée che celebra dal vivo il suo storico album uscito nel 1978. Il pubblico, la location e l’organizzazione tecnica sono stati impeccabili: peccato che, a mezzanotte in punto, il cantante sia stato costretto a tagliare la scaletta perché il Comune gli ha intimato di staccare la corrente.

Stasera ha vinto l’assessore, ci hanno fatto chiudere – esordisce Venditti in un video postato sulla sua pagina Facebook. Non mi è mai capitato di finire un concerto perché qualcuno ci toglieva la luce. Quindi mi voglio scusare con le persone, è imbarazzante. È pazzesco. Mi arrivavano notizie: ‘Dovete smettere il concerto perché è troppo lungo”.

Antonello Venditti: “Venite a Roma se volete sentire tutto”

La gente si è divertita, noi da pazzi – ammette il cantautore – e suono della madonna. È stato uno dei concerti più belli. Sarebbe stato uno dei più belli... A questo punto diamo appuntamento agli amici di Parma a Milano o a Roma, se volete sentirlo tutto... Le nostre sono impressioni molto positive”.

Sono cinque le canzoni che sono state tagliate dalla scaletta, e alcune sono autentici classici del suo repertorio come Dalla pelle al cuore, Che fantastica storia è la vita e Roma capoccia. L’amministrazione ha temuto nuove polemiche dopo le proteste dei residenti della zona, che hanno segnalato il disturbo della quiete pubblica causato dal concerto di Salmo della sera precedente.

Nel resto del video, Venditti celebra comunque quest’ultima data stappando una bottiglia di spumante con i suoi collaboratori. Dopo i successi raccolti in tutta Italia, dalla folla di Bologna a quella di Sant’Antonio Abate, il cantante tornerà ad esibirsi a Milano il 30 novembre e a Roma il 20 dicembre.

Commenti

maxmado

Ven, 13/09/2019 - 16:20

Per me può andare in pensione, l'ultima sua canzone degna di nota è di decenni fa. Ma facendo parte del carrozzone dei cantanti schierati a sinistra, non sia mai, andrà a vanti a cantare le stesse canzoni finchè camperà, con comparsate in RAI, ecc....

Fjr

Ven, 13/09/2019 - 17:14

Caro Antonello il tuo ultimo concerto l’ho visto 20 anni fa allora cantavi benvenuti in paradiso e in questo mondo di ladri,in paradiso non ci siamo ancora andati e tuttora scontiamo un purgatorio infinito e i ladri continuano a magna’

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 13/09/2019 - 17:54

Hai scritto al Sindaco ex grillino Pizzarotti di Parma Antò!!! jajajajajajajaja

cgf

Ven, 13/09/2019 - 19:08

se sarebbe dovuto finire a mezzanotte non si capisce perché avrebbe dovuto continuare, paura di dover rimborsare il biglietto perché arrivato tardi?

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 13/09/2019 - 19:23

Le norme antidisturbo della quiete pubblica valgono per tutti,anche per i komunisti. Quindi zitto e a cuccia.

Angel59

Sab, 14/09/2019 - 07:42

Antonello, ti aspettiamo alla festa parrocchiale di Sant'Antonio a Settebagni...certamente non ci saranno i problemi di Parma.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 14/09/2019 - 10:50

Furibondo! Bum!!! A dirla tutta nel video si vede Venditti che se la ride di gusto con i suoi collaboratori

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 14/09/2019 - 17:51

A Nord di Firenze le regole valgono alla lettera ... e diamine vogliamo farci fregare dal senso civico dei nostri confinanti svizzeri?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 14/09/2019 - 17:54

@Dreamer_66 10.50: e te pareva ... hanno fatto alla romana: ognuno paga per il suo e come dicono a Napoli: chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato ... altro che ridere di gusto qua è tutto un sollazzo. Ossequi.